Cerca

Developed in conjunction with Joomla extensions.

chi è online

Abbiamo 162 visitatori e nessun utente online

Tutto è come deve essere

La signora che la settimana scorsa è stata operata alla cervicale, e che aveva ricevuto Reiki da me, è ancora ricoverata in reparto. Sta meglio comunque, anche se porta ancora il collarino, passeggia parecchio avanti e indietro in corridoio visto che si annoia un pò. Le giornate sono lunghe quando si è in ospedale, e se non viene a trovarti nessuno, lo sono anche di più. Ha ricevuto volentieri altro Reiki, voleva regalarmi qualcosa, anche solo per un caffè, ma ho gentilmente rifiutato. Io non sono lì per soldi, a me basta che il Reiki funzioni, e che almeno trovino del sollievo temporaneo. Il mio obiettivo per ora è raggiunto al cento per cento,  visto che  tutti i pazienti trattati - nessuno escluso -   sono rimasti soddisfatti. Cosa volere di più?

Poi è stata la volta di una ragazza di vent'anni, che domani dovrà essere operata per un neurinoma (tumore del nervo acustico) abbiamo parlato molto inizialmente, visto che era parecchio in ansia, e ne ho approfittato per darle alcuni suggerimenti per domani. Poi le ho anche raccontato della mia esperienza come paziente in ospedale, generalmente quando lo faccio e mi vedono in perfetta salute, si tranquillizzano almeno un pò. Stavamo per iniziare il trattamento, ma l'hanno chiamata per un'esame specifico piuttosto lungo, ma utile all'intervento di domani. Se solo avessi invertito l'ordine tra la ragazza e  la donna della settimana scorsa, avrei avuto tranquillamente il tempo necessario per il Reiki. Ho lasciato il mio biglietto da visita al portantino che la riaccompagnerà in stanza, se vorrà la ragazza potrà chiamarmi per un trattamento a distanza. Tutto è come deve essere, si vede che in questo caso per la ragazza bastavano le mie parole per calmarla un pò, le auguro il meglio per domani.

Al posto della ragazza quindi ho trattato un giovane operato ieri sera alla cervicale, si è rilassato tantissimo e farà volentieri il trattamento anche domani. Io generalmente ripeto sempre i trattamenti se possibile, ma dò sempre la precedenza a chi il Reiki non l'ha ancora mai ricevuto, o che intuitivamente ne ha più bisogno, quindi per domani vedremo.

Mi è ancora arrivata voce da un'altra infermiera che l'anestesista (ricordate quella che mi cercava la settimana scorsa?) mi sta cercando ancora, ma non riusciamo a vederci. Ho lasciato di nuovo i miei numeri, magari domani è il giorno giusto, chissà...

La dottoressa che ho trattato la settimana scorsa, mi ha detto che è stata bene.  Certo sono cose che vanno ripetute - mi ha detto lei - per avere risultati, meglio ancora se tutti i giorni... Beh,  esistono gli autotrattamenti - ho replicato io - potrebbe farseli da sola già con il primo livello di Reiki... Chissà se prima o poi diventerà reikista anche lei, l'idea sembra averle risuonato almeno un pochino. Farebbe sicuramente bene a lei, e di riflesso al prossimo,  tutte le volte che avrà a che fare con i pazienti in sala operatoria.  Domani sarà un altro giorno con  altre storie, per oggi le mie due ore in reparto si sono concluse così.

Cosa è il Reiki

REIKI è una parola giapponese composta da due sillabe REI e KI.  REI significa "Energia Vitale Universale" KI invece esprime "Energia che scorre nel Corpo" o "Forza Interiore". L’operatore

Leggi tutto

Fondamenti scientifici del Reki

  Le scoperte della fisica del ventesimo secolo hanno profondamente cambiato la visione della realtà naturale. La teoria della relatività di Einstein ha dimostrato che la materia è una forma di

Leggi tutto

Il Reiki ai malati

  Il Reiki fa parte della mia vita da qualche anno ormai, ed il volontariato nel reparto di neurochirurgia del San Filippo Neri di Roma mi ha permesso di sviluppare un'esperienza specifica con i

Leggi tutto

L'infinito... Reiki il dono

  L'evento di lancio di "Reiki il dono" è stato un grande successo, oltre ogni aspettativa. Il tutto curato nei minimi particolari dalla mia dolcissima amica Anna Maria Brazzo' che non ringrazie

Leggi tutto

Volontariato Reiki in ospedale...ma come?

  A marzo 2015 sono riuscita ad iniziare il volontariato Reiki in ospedale, moltissime persone da allora mi hanno chiesto come sono riuscita nell'impresa. Come spiego molto chiaramente qui http:

Leggi tutto