Cerca

Developed in conjunction with Joomla extensions.

chi è online

Abbiamo 161 visitatori e nessun utente online

La giornata più emozionante

 

Giornata dalle forti emozioni oggi in ospedale,  probabilmente la giornata più emozionante tra tutte.

Arrivata in reparto ho incontrato nel corridoio l'uomo che oggi doveva operarsi all'ernia del disco.  Avrebbero dovuto operarlo stamattina, ma hanno dato precedenza ad un altro intervento più lungo, presumo la signora che oggi doveva operarsi al trigemino. Il paziente quindi, in attesa della chiamata,  si è sottoposto ad un nuovo trattamento Reiki. A differenza di ieri si è rilassato subito,  anzi si è anche addormentato. A fine trattamento mi ha detto: dovrebbero chiamarmi ora per la sala operatoria, sto benissimo!

La seconda persona a cui dare Reiki oggi è stata una donna già operata, felicissima di esserne uscita fuori viva,  visto che era un intervento al alto rischio. Oggi però ha ricevuto una brutta notizia, la mamma ammalata di Alzheimer, e che lei assisteva da due anni, è in fin di vita in ospedale.  La donna piangeva perché avrebbe voluto essere lì per l'ultimo saluto. Inutile dirvi che anche a me sono scese le lacrime,  ma sono riuscita lo stesso a donarle Reiki. La paziente a fine trattamento, era meno agitata anche se ovviamente ancora addolorata. Comunque si è sentita sostenuta con amore, quindi le è venuto naturale ringraziarmi e abbracciarmi  a lungo, mi ha detto che ho un dono... 

La terza persona da trattare stavolta è stata davvero una sorpresa:  per la prima volta un neurochirurgo,  guarda caso è il dottore che oggi deve operare il paziente con l'ernia del disco.  Mai e poi mai mi sarei aspettata di trattare nello stesso pomeriggio sia il paziente sia il suo chirurgo. Chissà che belle energie stanno girando in sala operatoria, mentre sto scrivendo! Al neurochirurgo ho donato anche Reiki sulle mani,  chi più di lui ne aveva bisogno oggi?  Il dottore si è  rilassato tantissimo,  in forma per poter effettuare l'intervento. Mi ha ringraziata più volte,  in particolare ha gradito proprio il Reiki sulle mani. Spero tanto che mi consigliera' ai suoi colleghi, è ora che il Reiki si diffonda a macchia d'olio, chi soffre ha diritto di essere sostenuto con tutta l'energia possibile. Se proprio i medici consiglieranno ai pazienti i trattamenti Reiki, anche le persone diffidenti non diranno di no...

Cosa è il Reiki

REIKI è una parola giapponese composta da due sillabe REI e KI.  REI significa "Energia Vitale Universale" KI invece esprime "Energia che scorre nel Corpo" o "Forza Interiore". L’operatore

Leggi tutto

Fondamenti scientifici del Reki

  Le scoperte della fisica del ventesimo secolo hanno profondamente cambiato la visione della realtà naturale. La teoria della relatività di Einstein ha dimostrato che la materia è una forma di

Leggi tutto

Il Reiki ai malati

  Il Reiki fa parte della mia vita da qualche anno ormai, ed il volontariato nel reparto di neurochirurgia del San Filippo Neri di Roma mi ha permesso di sviluppare un'esperienza specifica con i

Leggi tutto

L'infinito... Reiki il dono

  L'evento di lancio di "Reiki il dono" è stato un grande successo, oltre ogni aspettativa. Il tutto curato nei minimi particolari dalla mia dolcissima amica Anna Maria Brazzo' che non ringrazie

Leggi tutto

Volontariato Reiki in ospedale...ma come?

  A marzo 2015 sono riuscita ad iniziare il volontariato Reiki in ospedale, moltissime persone da allora mi hanno chiesto come sono riuscita nell'impresa. Come spiego molto chiaramente qui http:

Leggi tutto