Cerca

Developed in conjunction with Joomla extensions.

chi è online

Abbiamo 37 visitatori e nessun utente online

Una bravissima "Reiki promoter" in reparto

 

Un pomeriggio caldissimo a Roma, ma nonostante ciò in ospedale mi aspettano ed io ho voglia di andarci. E' bello poter essere utile a qualcuno in momenti difficili come quelli della malattia. Quest'oggi due trattamenti Reiki, uno dei quali è stato un "bis" ad una donna che ha ricevuto energia ieri. Oggi mi è sembrato di fare il bis anche con il personale che ho trovato in sala infermieri, praticamente le stesse persone di ieri che tra l'altro facevano le stesse cose. Come ieri c'era anche un'allieva infermiera che sta svolgendo il suo tirocinio in reparto, e come un giorno fa la caposala le ha detto di girare tra i pazienti per vedere chi potesse ricevere Reiki.
In realtà la ragazza aveva già due donne in lista  che avevano richiesto Reiki già ieri pomeriggio quando sono andata via. Una delle due "candidate" è stata la prima a ricevere Reiki, mentre l'altra non stava affatto bene, non ce la faceva ad alzarsi dal letto. La donna comunque ha voluto conoscermi per informarsi sulla tecnica che metto a disposizione dei pazienti.
La paziente che ha ricevuto Reiki per prima è stata operata per un'ernia del disco, stava abbastanza bene così ha potuto ricevere il trattamento completo. Ne aveva sentito parlare bene dalla sua compagna di stanza che lo aveva provato ieri, così si è incuriosita non vedeva l'ora di ricevere energia. Ho ritenuto opportuno non dilungarmi troppo nelle spiegazioni che fornisco prima della seduta, in modo da farle provare subito il Reiki. Il suo entusiasmo non è stato deluso, il trattamento l'ha rilassata e le ha dato una sensazione di benessere che le si leggeva in volto. Le è anche venuto sonno e quando è tornata in stanza si è addormentata, nonostante la presenza di parenti della paziente del letto accanto al suo.
Subito dopo di lei trattamento bis alla donna che ieri ha ricevuto Reiki e che è stata inserita nella lista degli interventi di oggi pomeriggio. Visto che l'intervento della mattina si stava dilungando parecchio, c'era anche la possibilità che il suo fosse rimandato a domani. La paziente ne ha approfittato per ricevere di nuovo Reiki, sperando che nel frattempo si venisse a sapere l'orario dell'intervento, ma fino a quando sono andata via, nessuna notizia.
Chiacchierata finale con l'allieva infermiera che la settimana prossima vuole provare il Reiki, sarà comunque in reparto per un'altro mesetto, quindi ci sarà tempo di farle un trattamento. Lo promuove già bene tra i pazienti senza conoscere la tecnica, figuriamoci quando lo proverà!

Cosa è il Reiki

REIKI è una parola giapponese composta da due sillabe REI e KI.  REI significa "Energia Vitale Universale" KI invece esprime "Energia che scorre nel Corpo" o "Forza Interiore". L’operatore

Leggi tutto

Fondamenti scientifici del Reki

  Le scoperte della fisica del ventesimo secolo hanno profondamente cambiato la visione della realtà naturale. La teoria della relatività di Einstein ha dimostrato che la materia è una forma di

Leggi tutto

Il Reiki ai malati

  Il Reiki fa parte della mia vita da qualche anno ormai, ed il volontariato nel reparto di neurochirurgia del San Filippo Neri di Roma mi ha permesso di sviluppare un'esperienza specifica con i

Leggi tutto

L'infinito... Reiki il dono

  L'evento di lancio di "Reiki il dono" è stato un grande successo, oltre ogni aspettativa. Il tutto curato nei minimi particolari dalla mia dolcissima amica Anna Maria Brazzo' che non ringrazie

Leggi tutto

Volontariato Reiki in ospedale...ma come?

  A marzo 2015 sono riuscita ad iniziare il volontariato Reiki in ospedale, moltissime persone da allora mi hanno chiesto come sono riuscita nell'impresa. Come spiego molto chiaramente qui http:

Leggi tutto