Cerca

Developed in conjunction with Joomla extensions.

chi è online

Abbiamo 36 visitatori e nessun utente online

Prendersi cura delle persone

 

In ospedale oggi non c'era molta possibilità di donare Reiki. Come racconto spesso, per fare i trattamenti li devo portare in una stanza subito fuori il reparto, ed oggi la maggior parte dei pazienti non poteva alzarsi dal letto, ognuno di loro con problematiche mediche diverse.

Pertanto ho soltanto potuto trattare  due uomini, il primo è un uomo di origine marocchina che parla molto bene italiano, già aperto al mondo olistico. Ha praticato yoga ed arti marziali, ma non conosceva il Reiki, sarà operato domani o dopodomani per una ciste alla colonna vertebrale,  se domani sarà ancora in reparto di certo si farà trattare di nuovo. Ha trovato molto gradevole il trattamento il Reiki, percependo molto calore benefico soprattutto in determinati punti (petto e piedi) e si è anche rilassato tanto da arrivare ad addormentarsi. Mi ha chiesto come mai faccio  volontariato proprio lì e per quale motivo: mentre gli rispondevo mi veniva in mente un aforisma che avevo letto giorni fa, ma non lo ricordavo con esattezza, così mi sono limitata a dirgli che mi fa sentire bene prendermi cura delle persone per farle stare meglio, so esattamente come ci sente visto che sono stata ricoverata lì. Inoltre ho aggiunto, ne vado fiera perchè  riesco a dare un piccolo contributo, anche se quello decisivo ovviamente lo fanno i medici con le terapie e gli interventi.

Tornata a casa ho cercato l'aforisma, eccolo qui:  Io sono soltanto uno. Ma comunque sono uno. Non posso fare tutto, ma comunque posso fare qualcosa. E non lascerò che quello che non posso fare interferisca con quello che posso fare. (Edward Everett Hale)

Anche una goccia contribuisce a creare un oceano,  e nonostante una sola persona  non possa cambiare  il mondo, comunque dona un piccolo contributo per renderlo un posto migliore in cui vivere. Mai rinunciare quindi per timore di sentirsi inadeguati o addirittura inutili.

Ancora un trattamento Reiki poi al paziente operato di neurinoma proveniente dalla Sicilia, speravo di non trovarlo più in reparto, comunque sta piuttosto bene, in settimana esce, stavolta sul serio. Oggi aveva un pò di dolore alla testa, in corriispondenza della ferita, e con il Reiki si è sollevato un pò.

Domani nuovo giro in reparto, tornerò con un nuovo racconto.

 

Cosa è il Reiki

REIKI è una parola giapponese composta da due sillabe REI e KI.  REI significa "Energia Vitale Universale" KI invece esprime "Energia che scorre nel Corpo" o "Forza Interiore". L’operatore

Leggi tutto

Fondamenti scientifici del Reki

  Le scoperte della fisica del ventesimo secolo hanno profondamente cambiato la visione della realtà naturale. La teoria della relatività di Einstein ha dimostrato che la materia è una forma di

Leggi tutto

Il Reiki ai malati

  Il Reiki fa parte della mia vita da qualche anno ormai, ed il volontariato nel reparto di neurochirurgia del San Filippo Neri di Roma mi ha permesso di sviluppare un'esperienza specifica con i

Leggi tutto

L'infinito... Reiki il dono

  L'evento di lancio di "Reiki il dono" è stato un grande successo, oltre ogni aspettativa. Il tutto curato nei minimi particolari dalla mia dolcissima amica Anna Maria Brazzo' che non ringrazie

Leggi tutto

Volontariato Reiki in ospedale...ma come?

  A marzo 2015 sono riuscita ad iniziare il volontariato Reiki in ospedale, moltissime persone da allora mi hanno chiesto come sono riuscita nell'impresa. Come spiego molto chiaramente qui http:

Leggi tutto