Cerca

Developed in conjunction with Joomla extensions.

chi è online

Abbiamo 81 visitatori e nessun utente online

Si avvicina il Natale

L'ospedale non  è il posto migliore per passare le feste di Natale, ma il personale in neurochirurgia ha comunque provveduto già da diversi giorni ad ornare l'albero di natale come da tradizione, un minimo di aria festosa migliora di certo l'ambiente. Quello che vedete in foto è proprio quello che si trova nel corridoio del reparto, bello no?

Com'è normale che sia, metà del reparto si è svuotato, le operazioni di routine subiscono un rallentamento durante le feste, quindi c'erano meno pazienti ai quali proporre il trattamento Reiki.  Per prima cosa ho fatto visita alla signora che avrebbero dovuto operare venerdì scorso alla testa, ovvero la donna che ha apprezzato moltissimo i trattamenti perchè le hanno migliorato tantissimo i problemi alla sciatica. Oggi non ha potuto ricevere Reiki, in quanto non poteva alzarsi dal letto, i medici hanno optato per una embolizzazione cerebrale, poi vedranno il da farsi per gli altri problemi. Domani potrà alzarsi e già si è prenotata per il trattamento, intanto oggi mi ha fatto trovare una confezione con panettone e spumante da portare via, un regalo inaspettato e decisamente gradito.

E veniamo ai trattamenti di oggi, soltanto due: una donna ed un uomo. La donna è compagna di stanza della signora di cui ho appena parlato, e dietro consiglio della stessa si è sottoposta molto volentieri al trattamento Reiki. Verrà operata domani per una stabilizzazione della colonna vertebrale, ad operarla sarà lo stesso neurochirurgo che ha operato me. Si è rilassata moltissimo e ha sentito calore e piacevole vibrazioni (che ha chiamato formicolio) sulla schiena proprio in corrispondenza del punto in cui verrà operata. Difficilimente potrò rivederla, domani sarà in sala operatoria ed io tornerò in reparto a gennaio.

L'uomo che ho trattato è stato già operato venerdì scorso per un'ernia al disco, ha gradito moltissimo il trattamento, e il dolore in corrispondenza della parte operata è diminuito notevolmente, domani è in uscita. L'unico suo cruccio è di non aver approfittato prima del Reiki, lo aveva già sentito nominare da un suo compagno di stanza che ho trattato più volte.

Domani avrò il piacere di poter fare gli auguri di Natale agli infermieri che troverò di turno domani, e lascerò i saluti per gli altri. I mesi sono volati quest'anno, ho dato molto in reparto e altrettanto ho ricevuto in gratitudine e apprezzamento, spero di concludere ancora meglio con le ultime due ore che dedicherò domani ai pazienti, se così non fosse sono soddisfatta ugualmente, è proprio ciò che desideravo.

 

Cosa è il Reiki

REIKI è una parola giapponese composta da due sillabe REI e KI.  REI significa "Energia Vitale Universale" KI invece esprime "Energia che scorre nel Corpo" o "Forza Interiore". L’operatore

Leggi tutto

Fondamenti scientifici del Reki

  Le scoperte della fisica del ventesimo secolo hanno profondamente cambiato la visione della realtà naturale. La teoria della relatività di Einstein ha dimostrato che la materia è una forma di

Leggi tutto

Il Reiki ai malati

  Il Reiki fa parte della mia vita da qualche anno ormai, ed il volontariato nel reparto di neurochirurgia del San Filippo Neri di Roma mi ha permesso di sviluppare un'esperienza specifica con i

Leggi tutto

L'infinito... Reiki il dono

  L'evento di lancio di "Reiki il dono" è stato un grande successo, oltre ogni aspettativa. Il tutto curato nei minimi particolari dalla mia dolcissima amica Anna Maria Brazzo' che non ringrazie

Leggi tutto

Volontariato Reiki in ospedale...ma come?

  A marzo 2015 sono riuscita ad iniziare il volontariato Reiki in ospedale, moltissime persone da allora mi hanno chiesto come sono riuscita nell'impresa. Come spiego molto chiaramente qui http:

Leggi tutto