Cerca

Developed in conjunction with Joomla extensions.

chi è online

Abbiamo 113 visitatori e nessun utente online

Si riprende con il Reiki

Dopo poco più di un mese di pausa, è stato bello ritrovare il personale medico ed infermieristico, ma soprattutto nuovi pazienti a cui dare Reiki.
Oggi sono arrivata un po' prima del solito, avevo voglia di chiacchierare un po' con gli infermieri che non vedevo dall'ultimo giorno di volontariato a fine luglio. Appena arrivata però c'era già la lista pronta di persone che volevano ricevere Reiki, il tempo di mettere il camice e ho subito fatto un trattamento ad una donna che doveva essere operata alla cervicale da lì a poco.
La paziente ha percepito energia un po' ovunque, ma in particolare proprio alla cervicale e sulla schiena, sul punto di un intervento precedente. Graditissimo il trattamento, tant'è che tornata al suo letto ha consigliato il Reiki alla sua compagna di stanza che mi ha seguita, più che felice di provare.
Quest'ultima è arrivata in reparto tramite pronto soccorso, aveva perso conoscenza mentre faceva la spesa con il marito. Da sabato non si alzava dal letto per via di flebo e catetere. La donna non è abituata a restare distesa dopo l'orario di sonno notturno, pertanto la schiena ne ha risentito. Dopo aver ricevuto Reiki, ha avvertito che la colonna vertebrale era meno tesa. Visto che la operano fra due giorni, probabilmente vorrà fare il bis domani.
Terzo paziente a ricevere Reiki è stato un ragazzo che deve essere operato per un neurinoma facciale. Non conosceva il Reiki ma ha voluto provare probabilmente per curiosità. Ha sentito molto calore ovunque ed anche lui ne ha tratto beneficio sulla schiena dolorante, forse per via del materasso. Mi ha ringraziata tantissimo, addirittura sfoderando un bel sorriso. Prima del trattamento era serissimo, si vede che tra i benefici del Reiki c'è anche questo.
Per fortuna ero arrivata prima del solito, perché subito dopo i tre pazienti, c'è stato un trattamento veloce da dare ad un uomo operato alla schiena che si muoveva con il deambulatore. Anche lui non aveva mai sentito parlare di Reiki, ma si è fidato della caposala che glielo aveva consigliato. Ha sentito molto calore sulla parte operata, e quando si è rimesso in piedi sentiva le gambe più stabili. Uscito dalla stanza ha detto in maniera entusiasta alla moglie "ho sentito il calore, si l'ho sentito !!!"
Come primo giorno di rientro in ospedale, direi niente male, chissà cosa mi riserva il pomeriggio di domani...

Cosa è il Reiki

REIKI è una parola giapponese composta da due sillabe REI e KI.  REI significa "Energia Vitale Universale" KI invece esprime "Energia che scorre nel Corpo" o "Forza Interiore". L’operatore

Leggi tutto

Fondamenti scientifici del Reki

  Le scoperte della fisica del ventesimo secolo hanno profondamente cambiato la visione della realtà naturale. La teoria della relatività di Einstein ha dimostrato che la materia è una forma di

Leggi tutto

Il Reiki ai malati

  Il Reiki fa parte della mia vita da qualche anno ormai, ed il volontariato nel reparto di neurochirurgia del San Filippo Neri di Roma mi ha permesso di sviluppare un'esperienza specifica con i

Leggi tutto

L'infinito... Reiki il dono

  L'evento di lancio di "Reiki il dono" è stato un grande successo, oltre ogni aspettativa. Il tutto curato nei minimi particolari dalla mia dolcissima amica Anna Maria Brazzo' che non ringrazie

Leggi tutto

Volontariato Reiki in ospedale...ma come?

  A marzo 2015 sono riuscita ad iniziare il volontariato Reiki in ospedale, moltissime persone da allora mi hanno chiesto come sono riuscita nell'impresa. Come spiego molto chiaramente qui http:

Leggi tutto