Cerca

Developed in conjunction with Joomla extensions.

chi è online

Abbiamo 53 visitatori e nessun utente online

Nuvole Reiki

Anche oggi pomeriggio pieno in reparto. L'uomo operato alla cervicale sta bene, forse domani esce, non gli ho neanche chiesto se volesse un trattamento bis, era letteramente circondato da parenti. In ogni caso ancora oggi mi ringraziava per quanto ricevuto ieri, segno che l'energia benefica l'ha sentita veramente.

La donna invece che sperava di alzarsi oggi, in realtà stava ancora peggio di ieri, faceva anche un pò fatica a parlare per il tanto dolore che aveva, non poteva proprio muoversi  dal letto. Nella stessa stanza però c'è la donna siciliana fisioterapista che ieri ha ricevuto Reiki, visto che il primo trattamento è stata una bella esperienza, anche oggi ha voluto ricevere energia (tutti e due le sedute post intervento), Sensazioni diverse tra ieri ed oggi, ma lascio che a raccontare l'esperienza sia proprio lei, mi ha concesso un'intervista che pubblicherò nei prossimi giorni sulla mia web radio Onda Reiki.

Secondo trattamento ad un uomo che deve essere rioperato alla schiena per una stenosi, favorevolissimo a tecniche energetiche. A fine trattamento mi ha parlato molto di sè, una piacevole chiacchierata tra uno scambio e l'altro di impressioni sul Reiki. La seduta per lui è stata piacevolissima, oltre ad essersi rilassato ed aver sentito molta energia alla testa e sulla parte da operare, ha avuto l'impressione di essere come tra le nuvole, leggero e sollevato da eventuali ansie da intervento.

Terzo trattamento ad una donna che dovrebbe essere operata al trigemino, ma per problemi sopraggiunti di altra natura forse dovrà rimandare l'intervento. Quando sono andata in stanza da lei dormiva profondamente, non riusciva a svegliarsi, ma piano piano sono riuscita a portarla in stanza per ricevere Reiki. Si è subito abbandonata al trattamento tanto da addormentarsi quasi subito per tutto il tempo del trattamento a pancia in su. Per il restante tempo del trattamento a pancia in giù invece ha potuto percepire tutte le sensazioni energetiche, specialmente sui vari punti dove aveva più bisogno di Reiki. A fine trattamento ha avuto un doppio riscontro, da un lato si era rilassata, ma dall'altro anche ricaricata, visto che sentiva più forza nelle gambe. Non so se sarà lì la settimana prossima, ma ha già manifestato l'intenzione di fare un trattamento bis. Per questa settimana è tutto con i racconti su quanto accade in ospedale, ma arriverà presto l'intervista audio alla fisioterapista di nome Pina.

Cosa è il Reiki

REIKI è una parola giapponese composta da due sillabe REI e KI.  REI significa "Energia Vitale Universale" KI invece esprime "Energia che scorre nel Corpo" o "Forza Interiore". L’operatore

Leggi tutto

Fondamenti scientifici del Reki

  Le scoperte della fisica del ventesimo secolo hanno profondamente cambiato la visione della realtà naturale. La teoria della relatività di Einstein ha dimostrato che la materia è una forma di

Leggi tutto

Il Reiki ai malati

  Il Reiki fa parte della mia vita da qualche anno ormai, ed il volontariato nel reparto di neurochirurgia del San Filippo Neri di Roma mi ha permesso di sviluppare un'esperienza specifica con i

Leggi tutto

L'infinito... Reiki il dono

  L'evento di lancio di "Reiki il dono" è stato un grande successo, oltre ogni aspettativa. Il tutto curato nei minimi particolari dalla mia dolcissima amica Anna Maria Brazzo' che non ringrazie

Leggi tutto

Volontariato Reiki in ospedale...ma come?

  A marzo 2015 sono riuscita ad iniziare il volontariato Reiki in ospedale, moltissime persone da allora mi hanno chiesto come sono riuscita nell'impresa. Come spiego molto chiaramente qui http:

Leggi tutto