Cerca

Developed in conjunction with Joomla extensions.

chi è online

Abbiamo 287 visitatori e nessun utente online

Staccare la spina

Il totale trattamenti Reiki tra ieri ed oggi è stato  2+4.

Ieri ho dato Reiki ad un ragazzo che oggi è stato operato per un neurinoma del nervo acustico. Era piuttosto ansioso, anche la madre lo ha invitato a provare il trattamento. Aveva un pò di mal di testa, a fine seduta stava leggermente meglio, inoltre si era rilassato, non credo che l'ansia fosse passata del tutto, ma la sensazione di benessere gli ha  donato sollievo.

Il secondo trattamento di ieri è stato l'uomo operato alla base del cranio la settimana scorsa, ed oggi ha anche fatto il bis. Ieri aveva gradito di più il trattamento rispetto alla settimana scorsa, rilassandosi maggiormente, e anche oggi con il secondo trattamento post operatorio ha ricevuto gli stessi benefici.

Oggi la prima persona a ricevere Reiki è stata una donna già operata alla colonna vertebrale. Come spesso succede in questi casi è difficile poter fare il trattamento sul lettino, così abbiamo scelto di comune accordo di fare quello più veloce da seduta. Anche se il trattamento è stato più breve di quello completo, la donna ha avvertito molto calore soprattutto in corrispondenza della parte operata, e quando si è alzata dalla sedia, si sentiva anche meglio.

Subito dopo è stato il turno di un uomo, che ha scelto di ricevere Reiki dietro suggerimento del suo compagno di stanza (l'uomo operato alla base del cranio) era in attesa di essere operato, proprio nel pomeriggio. Visto che l'intervento della mattina era piuttosto lungo (il neurinoma del ragazzo di ieri) c'è stato il tempo di fare il trattamento completo. Ha gradito moltissimo il Reiki e dopo avermi ringraziata è tornato dai parenti raccontando la sua esperienza positiva.

Subito dopo è stato il turno di una donna di Sorrento che sarà operata domani, anche lei per un neurinoma. La donna era in compagnia del marito, proprio fuori dalla stanza dove faccio i trattamenti ci sono delle sedie,  spesso parenti e pazienti rimangono lì a chiacchierare. Aveva sentito e gradito la musica che utilizzo come sottofondo durante i trattamenti, e quando la caposala le ha proposto il trattamento, ha detto subito di si, voleva provare anche solo per curiosità. L'esperienza è stata così gradevole che di tanto in tanto si addormentava, e alla fine del trattamento mi ha detto di essersi sentita proprio bene mentre riceveva energia ed ha aggiunto: ero qui ma non ero qui, ho proprio staccato la spina...

Dopo aver dato Reiki al quarto paziente (il trattamento bis dell'uomo trattato anche ieri) sono andata via, un pochino più tardi del solito, ma ben felice di aver dato sollievo a più persone.

 

 

Cosa è il Reiki

REIKI è una parola giapponese composta da due sillabe REI e KI.  REI significa "Energia Vitale Universale" KI invece esprime "Energia che scorre nel Corpo" o "Forza Interiore". L’operatore

Leggi tutto

Fondamenti scientifici del Reki

  Le scoperte della fisica del ventesimo secolo hanno profondamente cambiato la visione della realtà naturale. La teoria della relatività di Einstein ha dimostrato che la materia è una forma di

Leggi tutto

Il Reiki ai malati

  Il Reiki fa parte della mia vita da qualche anno ormai, ed il volontariato nel reparto di neurochirurgia del San Filippo Neri di Roma mi ha permesso di sviluppare un'esperienza specifica con i

Leggi tutto

L'infinito... Reiki il dono

  L'evento di lancio di "Reiki il dono" è stato un grande successo, oltre ogni aspettativa. Il tutto curato nei minimi particolari dalla mia dolcissima amica Anna Maria Brazzo' che non ringrazie

Leggi tutto

Volontariato Reiki in ospedale...ma come?

  A marzo 2015 sono riuscita ad iniziare il volontariato Reiki in ospedale, moltissime persone da allora mi hanno chiesto come sono riuscita nell'impresa. Come spiego molto chiaramente qui http:

Leggi tutto