Cerca

Developed in conjunction with Joomla extensions.

chi è online

Abbiamo 130 visitatori e nessun utente online

Tre trattamenti e un'altra intervista

Quando sono arrivata quest'oggi mi è stato detto che sin dalla mattina l'uomo che ieri aveva ricevuto Reiki, mi stava cercando. Sapevo già che avrebbe voluto fare il bis oggi, ma evidentemente il paziente si è voluto mettere al sicuro,  prenotandosi per tempo con l'infermiere.

E' stato il primo della lista ovviamente, si muoveva meglio di eri, quindi è venuto in stanza senza aiuto dell'infermiere ma solo del deambulatore. Mi ha chiesto di dare più energia sulla testa perchè ne sentiva il bisogno, e così ho fatto. Si è così rilassato che ha dormito per gran parte del trattamento, il calore alla testa è ciò che ricorda di più. Al termine del trattamento, mi ha concesso intervista, che pubblicherò tra qualche giorno, domani invece pubblicherò l'intervista ad un'infermiera registrata ieri.

La seconda seduta di Reiki è stata per la donna che ieri non se la sentiva di stendersi su un lettino rigido, così abbiamo rimandato ad oggi. Ho mandato energia in particolare ad una gamba che era decisamente più fredda dell'altra, evidentemente, anche a causa dell'intervento, l'energia girava meno agevolmente. Con il tempo si sistema tutto, ma nel frattempo dare una mano con il Reiki, non può che fare bene. Ha ricevuto tre trattamenti in tutto, non ci saranno altre sedute, perchè a  giorni sarà trasferita in altra struttura per la riabilitazione.

La sua compagna di stanza che ieri si era prenotata per oggi, è stata trasferita in neurologia, quindi non ha potuto ricevere Reiki, se lo avesse saputo avrebbe di certo preferito evitare di rimandare.

Il terzo trattamento Reiki è stato per un paziente uomo, operato al trigemino. In realtà la caposala è entrata in stanza per proporre il Reiki soltanto ad un uomo, ma hanno accettato in due, purtroppo per motivi di tempo, ho potuto accontentarne solamente uno. L'uomo si è rilassato da subito, anche perchè gradiva molto la musica Reiki che metto di sottofondo per ogni trattamento, anche lui ha sentito molto calore, soprattutto alla testa. Un beneficio inaspettato perchè stranamente nessuno degli infermieri lo aveva informato sulla possibilità di ricevere questi trattamenti. Solitamente quando un paziente fa ingresso in reparto, gli viene consegnato un foglio illustrativo sulla tecnica, in modo da essere informato, anche se solo a grandi linee, su cosa sia il Reiki. Di tanto in tanto i fogli stampati finiscono, comunque la caposala ci tiene che vengano informati tutti e subito appena entrati, ma se così non è,  a volte capita che li distribuisca anche lei prima di presentare me. Mi sembra un ottimo sistema, anche se poi quando accettano, ci tengo  a fornire nozioni aggiuntive, ritengo sia utile per metterli a loro agio.

 

Cosa è il Reiki

REIKI è una parola giapponese composta da due sillabe REI e KI.  REI significa "Energia Vitale Universale" KI invece esprime "Energia che scorre nel Corpo" o "Forza Interiore". L’operatore

Leggi tutto

Fondamenti scientifici del Reki

  Le scoperte della fisica del ventesimo secolo hanno profondamente cambiato la visione della realtà naturale. La teoria della relatività di Einstein ha dimostrato che la materia è una forma di

Leggi tutto

Il Reiki ai malati

  Il Reiki fa parte della mia vita da qualche anno ormai, ed il volontariato nel reparto di neurochirurgia del San Filippo Neri di Roma mi ha permesso di sviluppare un'esperienza specifica con i

Leggi tutto

L'infinito... Reiki il dono

  L'evento di lancio di "Reiki il dono" è stato un grande successo, oltre ogni aspettativa. Il tutto curato nei minimi particolari dalla mia dolcissima amica Anna Maria Brazzo' che non ringrazie

Leggi tutto

Volontariato Reiki in ospedale...ma come?

  A marzo 2015 sono riuscita ad iniziare il volontariato Reiki in ospedale, moltissime persone da allora mi hanno chiesto come sono riuscita nell'impresa. Come spiego molto chiaramente qui http:

Leggi tutto