Fa bene a tutto

Dopo la festa infrasettimanale di ieri a Roma, oggi sono tornata in ospedale.

Arrivata in ospedale ho visto una delle due donne che martedì aveva ricevuto un trattamento Reiki. Era già pronta per andare in sala operatoria, mi ha fatto piacere poterla salutare prima che lasciasse il reparto. L'altra paziente che avevo conosciuto due giorni fa, era già in sala operatoria dalla mattina, probabilmente sarà ancora lì la settimana prossima. Mentre parlavo con la paziente che stava per affrontare l'intervento, la caposala ha parlato con un'altra donna per proporle il Reiki,  deve essere operata per un'aneurisma, credo nella giornata di domani. La signora si è avvicinata a me chiedendomi: ma cos'è? di cosa si tratta? Non ho fatto a tempo ad aprire bocca che la donna con la quale stavo parlando le ha detto: "vai tranquilla, fa bene a tutto!". Così senza doverle dire nulla, la paziente mi ha seguita volentieri,  le spiegazioni generiche ho cominciato da darle solamente quando ero in stanza, mentre preparavo il lettino.

Durante il trattamento ho sentivo forti movimenti sulla pancia, e mi sono ripromessa di chiedere alla fine se avesse problemi intestinali che spiegassero la cosa. In ogni caso la donna ha assorbito molta energia un pò ovunque, e quando alla fine le ho chiesto com'era andata, era contentissima di aver provato il trattamento. Anche lei ha sentito parecchie vibrazioni sulla pancia, aveva mangiato delle verdure a pranzo, ma in realtà non avrebbe dovuto, visto che le fanno male. Poco male comunque, il Reiki è capitato a proposito e  almeno l'ha aiutata un pò. La paziente ha sentito inoltre molto calore oltre le vibrazioni, in particolare sul viso, quando le ho messo le mani a distanza sugli occhi. Penso proprio che anche lei se sarà ancora lì la settimana prossima, proverà  un altro trattamento Reiki.

Il reparto era ancora semivuoto, come già detto nell'articolo pubblicato due giorni fa, e i pochi ricoverati non erano in condizioni di potersi alzare dal letto, quindi il pomeriggio si è concluso prima del solito. Da lunedì di certo il reparto si riempirà di nuovo, e ci sarà più possibilità di avere a disposizione più pazienti che possano ricevere i trattamenti. Devo dire che non mi è dispiaciuto tornare a casa prima oggi, a Roma fa davvero un caldo infernale.

 

  • cristalli.jpg
  • foto 300 dpi.jpg
  • guarigione.jpg
  • poesia1.jpg
  • reiki1.jpg
  • vite-precedenti2.jpg

chi è online

Abbiamo 68 visitatori e nessun utente online

Cerca