Le nuore ed il Reiki

 

Eccomi puntuale con il mio aggiornamento settimanale sul volontariato Reiki in ospedale. Ieri si è sottoposta al trattamento Reiki soltanto una donna. Ormai noto tutte le magliette che portano, questo per due motivi:  sono una visiva e mi piace l'abbigliamento. Avrei voluto fare la stilista di moda, ma ho dovuto per forza di cose interrompere prima gli studi, così la vita mi ha portato ad altro.

La maglietta della signora riportava questa scritta "make your dreams come true" ovvero "rendi veri i tuoi sogni" beh io mi impegno ogni giorno in questo,  e devo dire che "volere è potere", concordate con me? La donna ha percepito calore diffuso su tutto il corpo in particolare sui piedi, ma il tutto era un pò attenuato sul lato destro del corpo dove ha poca sensibilità. Le gioverebbe sottoporsi a diverse sedute di Reiki visto che,  come mi ha spiegato la donna, ha al momento o ha avuto problemi di salute,  praticamente in ogni parte del corpo.

Passiamo ad oggi: ho trattato due donne anziane già operate la prima per una stenosi spinale,  la seconda per un'ernia al disco. La prima signora con un gran bel sorriso era in compagnia della nuora, che le ha vivamente consigliato di sottoporsi al Reiki  Quest'ultima è molto aperta al mondo olistico (fa pilates, tai chi), avrebbe voluto assistere,  ma le ho detto che sua suocera si sarebbe rilassata meglio se sola in stanza con me. La donna mi ha seguita volentieri e alla fine del trattamento mi ha detto che aveva avuto difficoltà a stare a pancia sotto con la testa girata di lato,  per via di un forte dolore alla cervicale, ma  era tutto  totalmente sparito dopo che le avevo messo la mano sul collo. Le ho consigliato di prendere il primo livello di Reiki visto che soffre di fibromialgia, potrebbe farsi gli autotrattamenti tutti i giorni oppure solamente al bisogno. Ci sta pensando, e sono certa che la nuora la incoraggerà.

La seconda signora anziana stava al letto accanto alla signora della stenosi, e mi ha seguita proprio perchè consigliata dalla sua vicina. Non ha potuto sdraiarsi sul lettino perchè era troppo alto per lei,  così le ho dato Reiki da seduta, soffermandomi a lungo sulla parte operata. Il dolore non è sparito completamente ma è migliorato molto, così mi ha detto che quando tornerà a casa si farà fare i trattamenti dalla nuora che è reikista già da qualche anno. Fino ad ora la nuora non era riuscita a convincerla a ricevere Reiki, ora sarà tutto più semplice...

Niente è per caso, credo proprio che il Reiki seguirà queste due donne anche fuori dall'ospedale.... Bello no?

  • cristalli.jpg
  • foto 300 dpi.jpg
  • guarigione.jpg
  • poesia1.jpg
  • reiki1.jpg
  • vite-precedenti2.jpg

chi è online

Abbiamo 543 visitatori e nessun utente online

Cerca