Cerca

Developed in conjunction with Joomla extensions.

chi è online

Abbiamo 46 visitatori e nessun utente online

Le emozioni che contano

Questo pomeriggio è stato molto semplice trovare candidati per il Reiki, tre donne tutte della stessa stanza. Come promesso il primo trattamento in dono, lo ha ricevuto la donna che si era prenotata ieri.
Tornando al pomeriggio di ieri in realtà, quando le era stato proposto il trattamento aveva detto di no. Poi sentendomi parlare con entusiasmo alla donna che lo aveva ricevuto la settimana scorsa, ci ha ripensato e ha chiesto di poter ricevere energia appena possibile. Oggi con il senno di poi, si è resa conto di aver fatto bene a ritornare sulla scelta fatta inizialmente, è rimasta letteralmente affascinata dal Reiki. Il calore che ha percepito appena le ho messo le mani sugli occhi e poi sul cuore, le ha richiamato delle lacrime che aveva represso. Ha tante cose che ultimamente le hanno procurato ansia, ma con il Reiki si è sentita in maniera totalmente diversa dal solito. Non percepiva il suo corpo e sentiva come di essere altrove, di certo non in ospedale. Mi ha detto che andrà a leggere ciò che scrivo sul Reiki perché vuole approfondire la disciplina.
Secondo trattamento ad una signora anziana, la quale sia ieri che oggi mi ha sentito parlare di Reiki anche con una parente di una paziente. Quando le ho chiesto se voleva provare mi ha seguita con entusiasmo, senza farselo ripetere una seconda volta. Anche per lei una bellissima sensazione sin dalla prima posizione Reiki sugli occhi, momento in cui si è rilassata profondamente, ogni tanto tirava fuori anche qualche sospiro di sollievo. A fine trasferimento si sentiva rilassata, ma allo stesso tempo ricaricata. Si è resa conto che poteva sembrare un controsenso, ma in realtà la sua impressione è spiegabile: quando le energie del corpo sono ben distribuite ed equilibrate la sensazione è proprio di essere perfettamente in forma in tutti i sensi.
Ultimo trattamento alla donna di Lecce che era al terzo trattamento Reiki, uno prima dell'intervento e due dopo. Mi ha fatto dare Reiki un po di più sull'occhio che è rimasto semi aperto dopo l'intervento di neurinoma del nervo acustico. Baci e abbracci finali visto che la settimana prossima non la troverò più in reparto, ci siamo entrambe commosse. 
N.B. Il mio libro "Reiki il dono" edito dalla Om Edizioni, sulla mia esperienza di volontariato in ospedale, è facilmente reperibile. Chi vuole può prenotarlo negli stores online: Giardino dei Libri, Macrolibrarsi, Amazon ecc. Se vi recate alla vostra libreria preferita e non lo trovate, potete comunque ordinarlo.

Cosa è il Reiki

REIKI è una parola giapponese composta da due sillabe REI e KI.  REI significa "Energia Vitale Universale" KI invece esprime "Energia che scorre nel Corpo" o "Forza Interiore". L’operatore

Leggi tutto

Fondamenti scientifici del Reki

  Le scoperte della fisica del ventesimo secolo hanno profondamente cambiato la visione della realtà naturale. La teoria della relatività di Einstein ha dimostrato che la materia è una forma di

Leggi tutto

Il Reiki ai malati

  Il Reiki fa parte della mia vita da qualche anno ormai, ed il volontariato nel reparto di neurochirurgia del San Filippo Neri di Roma mi ha permesso di sviluppare un'esperienza specifica con i

Leggi tutto

L'infinito... Reiki il dono

  L'evento di lancio di "Reiki il dono" è stato un grande successo, oltre ogni aspettativa. Il tutto curato nei minimi particolari dalla mia dolcissima amica Anna Maria Brazzo' che non ringrazie

Leggi tutto

Volontariato Reiki in ospedale...ma come?

  A marzo 2015 sono riuscita ad iniziare il volontariato Reiki in ospedale, moltissime persone da allora mi hanno chiesto come sono riuscita nell'impresa. Come spiego molto chiaramente qui http:

Leggi tutto