Cerca

Developed in conjunction with Joomla extensions.

chi è online

Abbiamo 45 visitatori e nessun utente online

Il mondo a volte è veramente piccolo

Com'è piccolo a volte il mondo! Il primo trattamento Reiki di oggi l'ho donato ad una giovane donna che mi ha detto di essere amica (anzi la considera una sorella) dell'assistente del mio dentista. Fino ad ora non avevo mai incontrato in reparto qualcuno che mi conoscesse indirettamente, anche perchè a Roma di strutture ospedaliere ce ne sono tante. Domani sarà operata per un neurinoma del nervo acustico, appena ha saputo che c'era il Reiki ha detto subito di si. Comunque sia non aveva mai sentito parlare di Reiki, ma in famiglia ha persone che hanno praticato, o praticano ancora, la pranoterapia. Il Reiki per lei è stata una bella scoperta, si è rilassata e nel complesso è stato molto piacevole.
Secondo trattamento ad una donna operata alla colonna vertebrale, domani è in uscita. Non è riuscita a salire sul lettino perché ha ancora tanti dolori, pertanto le ho fatto un Reiki veloce sulla sedia, in realtà lo chiamerei velocissimo, soltanto pochi minuti per non farla stare troppo scomoda sulla sedia. Era a dir poco entusiasta aveva percepito che tutto ciò che era pesante in lei andava via piano piano, scendendo verso il basso. Aveva meno dolore alla ferita dove aveva percepito un forte calore molto piacevole, anche la gamba era più sciolta, dalla sedia si è alzata in un attimo. In corridoio ha incontrato la sua compagna di stanza, stava salutando la madre per poi ricevere Reiki. La donna che aveva appena terminato la seduta le ha detto: "vai è bellissimo! E pensare che prima ho detto di si alla caposala ma da scettica avevo detto tra me e me - andiamo a provare questa cosa inutile - invece!" Questa frase non ha affatto convinto la paziente che mi ha seguita conservando il suo scetticismo.
La donna domani sarà operata alla cervicale, anche durante la breve chiacchierata iniziale percepivo la sua titubanza. Al termine del trattamento era piacevolmente sconvolta da questa cosa, per logica secondo lei non era possibile che le mani fossero prima molto calde e poi tornate a temperatura normale. Si è rilassata molto e mi ha detto che vuole capirne di più, l'ho invitata ad andare a leggere cosa scrivo a proposito del Reiki sul mio sito internet.
N.B. Il mio libro "Reiki il dono" edito dalla Om Edizioni, sulla mia esperienza di volontariato in ospedale, è facilmente reperibile. Chi vuole può prenotarlo negli stores online: Giardino dei Libri, Macrolibrarsi, Amazon ecc. Se vi recate alla vostra libreria preferita e non lo trovate, potete comunque ordinarlo.