Cerca

Developed in conjunction with Joomla extensions.

chi è online

Abbiamo 18 visitatori e nessun utente online

L'energia vitale per chi ne ha bisogno

 

Recarsi in ospedale in piena estate è decisamente impegnativo per il caldo torrido, nonostante ciò continuerò ad andare in reparto per tutto il mese di luglio. Ogni volta che arrivo in neurochirurgia accade qualcosa di bello, di rilevante, oppure divertente e quanto altro. Oggi per esempio ho avuto il piacere di rivedere un paziente già operato alla schiena, questa è la terza volta. Un anno fa ha ricevuto Reiki due giorni di seguito, il secondo trattamento poco prima dell'intervento. È uno dei pazienti che ricordo più volentieri perché il rilassamento ottenuto dall'uomo tramite l'energia ricevuta, gli ha permesso di affrontare l'intervento in maniera diversa e più tranquilla, rispetto ai precedenti. Purtroppo non può né muoversi né alzarsi dal letto, quindi probabilmente non potrà ricevere Reiki neanche domani.
Il suo compagno di stanza aveva già scelto di ricevere energia ieri quando ha letto il foglio informativo, me lo hanno indicato subito appena arrivata in reparto. L'uomo è già stato operato alla testa per un astrocitoma, a fine trattamento mi ha detto di essersi rilassato molto e di aver percepito il calore in determinati punti in maniera più evidente. Se domani sarà ancora in reparto probabilmente mi chiederà un trattamento bis.
Subito dopo ho dato Reiki ad una giovane donna già operata alla cervicale, portava un collarino rigido. Piuttosto sofferente, non tanto per l'intervento ma per un fastidio allo stomaco, si era acutizzato un dolore causato da un'ernia iatale. Ha comunque potuto ricevere un trattamento completo, si è abbandonata dolcemente a ricevere energia ed a fine trattamento era felicissima. Il dolore allo stomaco era notevolmente diminuito, non aveva più gli spasmi, ma solo un leggero dolore percepito in maniera continua.
Terza ed ultima seduta di Reiki ad una donna che domani deve essere operata per un'ernia espulsa. Ha subito accettato di ricevere energia appena informata dalle infermiere su questa opportunità. Mi ha detto che il trattamento è stato gradevole, il calore percepito molto piacevole, soprattutto sulla schiena. Non credo di poterle dare altra energia domani prima dell'intervento, sembra che sia in lista per il primo della mattina.
Anche oggi l'energia vitale è andata a chi ne aveva bisogno e nel modo più idoneo per ognuno dei riceventi.

Cosa è il Reiki

REIKI è una parola giapponese composta da due sillabe REI e KI.  REI significa "Energia Vitale Universale" KI invece esprime "Energia che scorre nel Corpo" o "Forza Interiore". L’operatore

Leggi tutto

Fondamenti scientifici del Reki

  Le scoperte della fisica del ventesimo secolo hanno profondamente cambiato la visione della realtà naturale. La teoria della relatività di Einstein ha dimostrato che la materia è una forma di

Leggi tutto

Il Reiki ai malati

  Il Reiki fa parte della mia vita da qualche anno ormai, ed il volontariato nel reparto di neurochirurgia del San Filippo Neri di Roma mi ha permesso di sviluppare un'esperienza specifica con i

Leggi tutto

L'infinito... Reiki il dono

  L'evento di lancio di "Reiki il dono" è stato un grande successo, oltre ogni aspettativa. Il tutto curato nei minimi particolari dalla mia dolcissima amica Anna Maria Brazzo' che non ringrazie

Leggi tutto

Volontariato Reiki in ospedale...ma come?

  A marzo 2015 sono riuscita ad iniziare il volontariato Reiki in ospedale, moltissime persone da allora mi hanno chiesto come sono riuscita nell'impresa. Come spiego molto chiaramente qui http:

Leggi tutto