Cerca

Developed in conjunction with Joomla extensions.

chi è online

Abbiamo 127 visitatori e nessun utente online

Rotelle fuori posto

 

​Oggi problemi con il treno per arrivare in ospedale, ma anche se arrivata con mezz'ora di ritardo ho comunque dato Reiki a tre persone.
Il primo trattamento di oggi ad una giovane donna che portava un collarino semirigido. Domani sarà operata per due ernie cervicali, non aveva dolori ma era comunque un po' in ansia per l'intervento. Il Reiki l'ha aiutata a rilassarsi, ha percepito molto calore soprattutto sugli occhi ed alla schiena, era proprio ciò che le serviva.
Secondo trattamento ad un uomo che ha avuto un incidente ed ha battuto la testa. Era in stato confusionale, ma per dirla tutta posso precisare che l'incidente era soltanto un aggravante... In realtà il paziente non aveva tutte le rotelle a posto, era agitato, parlava un pò a caso. In effetti la caposala non avrebbe neanche voluto proporglielo, proprio perchè è difficile capirlo e farsi capire. Ma quando lei ha parlato di Reiki con il vicino di letto, lui ha ascoltato interessato ed ha voluto provare per primo. La caposala era anche un pochino preoccupata mi ha detto "veda lei... " in realtà conoscendo gli effetti del Reiki sapevo già che non ci sarebbero stati problemi. Ovviamente non c'era modo di dirgli qualcosa sulla tecnica energetica che avrei adottato, così gli ho semplicemente detto che lo avrei fatto rilassare. Era agitatissimo e cercava anche di imporsi il rilassamento dando a sé stesso dei comandi ad alta voce. Gli ho detto in maniera semplice che era meglio non parlare e per fortuna mi ha dato ascolto. Il suo fare "decisamente eccentrico" ha aggiunto anche un 'ti amo" in segno di riconoscenza e mi ha abbracciata e baciata su una guancia.Domani vuole fare il bis, non faceva altro che dire "che bello, che bello!" . Decisamente un'esperienza particolare anche per me, fin'ora in reparto non avevo mai avuto a che fare con un tipo del genere.
Terzo trattamento al suo compagno di stanza già operato alla schiena la settimana scorsa. E stato un problema riuscire a farlo rimanere sul lettino per via dei dolori alla schiena, ma abbiamo trovato la posizione giusta e tutto è filato liscio come l'olio. Durante il trattamento ho notato che i piedi assorbivano molta energia, addirittura più della parte operata, così alla fine gli ho chiesto se avesse anche problemi in quel punto. Il paziente mi ha confidato di essersi fatto male anni prima proprio ai piedi, a causa di ciò è sopraggiunto un problema linfatico ed per questo che avverte fastidi continui e a volte gonfiore. Quando si è rimesso in piedi mi ha detto di sentire i piedi leggeri.

Cosa è il Reiki

REIKI è una parola giapponese composta da due sillabe REI e KI.  REI significa "Energia Vitale Universale" KI invece esprime "Energia che scorre nel Corpo" o "Forza Interiore". L’operatore

Leggi tutto

Fondamenti scientifici del Reki

  Le scoperte della fisica del ventesimo secolo hanno profondamente cambiato la visione della realtà naturale. La teoria della relatività di Einstein ha dimostrato che la materia è una forma di

Leggi tutto

Il Reiki ai malati

  Il Reiki fa parte della mia vita da qualche anno ormai, ed il volontariato nel reparto di neurochirurgia del San Filippo Neri di Roma mi ha permesso di sviluppare un'esperienza specifica con i

Leggi tutto

L'infinito... Reiki il dono

  L'evento di lancio di "Reiki il dono" è stato un grande successo, oltre ogni aspettativa. Il tutto curato nei minimi particolari dalla mia dolcissima amica Anna Maria Brazzo' che non ringrazie

Leggi tutto

Volontariato Reiki in ospedale...ma come?

  A marzo 2015 sono riuscita ad iniziare il volontariato Reiki in ospedale, moltissime persone da allora mi hanno chiesto come sono riuscita nell'impresa. Come spiego molto chiaramente qui http:

Leggi tutto