A volte ritornano

Stampa
Reiki

Ieri c'erano pochi pazienti interessati al Reiki, e chi avrebbe voluto non era in condizioni di seguirmi nella stanza dove effettuo i trattamenti, così si è proposto nuovamente il primo neurochirurgo che ho trattato. Proprio ieri mi è stato presentato un nuovo neurochirurgo arrivato da poco in reparto, lo avevano già informato a grandi linee sul Reiki, e mi ha detto si. Ne aveva proprio bisogno, era sotto stress già dal giorno precedente,  ma poi la sala operatoria si è liberata subito dopo aver trattato il suo collega, così ha dovuto allontanarsi per un intervento decisamente complesso alla cervicale.

Appena arrivata oggi invece, mi è stato detto che era di nuovo in reparto Lidia, ve la ricordate? Niente di preoccupante comunque  è solo una precauzione, l'ho trovata bene, e anche durante il trattamento Reiki, l'energia  scorreva liberamente ovunque. Il neurochirurgo che ieri mi aveva detto si per il trattamento, anche oggi era prossimo ad entrare in sala operatoria, quindi trattamento Reiki rimandato. Subito dopo Lidia ho trattato di nuovo un infermiere, il quale apprezza in modo particolare l'energia in quanto lui stesso si occupa di riflessologia.

Ultima tappa un saluto a Lidia, torno in ospedale martedì prossimo, e spero proprio di non trovarla lì, anche se mi sono affezionata a lei,  e mi fa sempre piacere rivederla.

Per chi non conosce o non ricorda la storia di Lidia,  ecco i vari articoli da leggere o rileggere:

http://microportale.net/reiki/20-chiedo-aiuto-con-il-reiki-a-distanza

http://microportale.net/reiki/19-ancora-reiki-a-distanza-per-lidia

http://microportale.net/reiki/18-aggiornamento-su-lidia

http://microportale.net/reiki/17-lidia-visconti

http://microportale.net/reiki/16-giornata-piena