Ahhh che bello!!!

Stampa
Reiki

Altro bel pomeriggio Reiki in ospedale quest'oggi, tre trattamenti in tutto.
Per prima la paziente compagna di stanza di due donne che hanno ricevuto Reiki ieri. La donna era in attesa di essere chiamata per un intervento alla colonna vertebrale, non conosceva il Reiki ma quando le ho parlato di energia, mi ha raccontato che la madre era una brava pranoterapeuta- Per anni non ha mai capito di cosa si trattasse, sapeva soltanto che faceva stare bene le persone. Il trattamento Reiki le è piaciuto molto, anche mentre ci scambiavamo le impressioni sul trattamento appena terminato, la donna sentiva ancora calore sulla schiena. Tornata in stanza ha detto alla sorella "è come quello che faceva mamma! ".
Seconda paziente a ricevere Reiki è stata la donna di ieri, arrivata in pronto soccorso qualche giorno fa e che è in attesa di intervento alla testa. Il trattamento odierno è stato più soddisfacente di ieri, anche perché la paziente si è rilassata di più aiutandosi con l'attento ascolto della musica Reiki in sottofondo. Ad un certo punto sospirando ha detto "ahhh che bello! ".
Tra un trattamento e l'altro ho avuto modo di rivedere la coordinatrice delle infermiere dell'ospedale. Non la incontravo da molto tempo, si è complimentata con me, le arrivano sempre pareri positivi da chi riceve Reiki. Ha detto che appena possibile vuole ricevere un trattamento, sente proprio di averne bisogno.
Terzo trattamento Reiki ad stato un ragazzo peruviano. che vive e lavora a Roma. Era appena arrivato in reparto, domani dovrebbero operarlo per un'ernia del disco. Con lui ho avuto il piacere di parlare di sciamanesimo andino, mi ha detto che suo padre è un guaritore sciamano che vive ancora in Perù. Non aveva mai sentito parlare di Reiki ed ha voluto provare per curiosità. Per lui è stata una bella esperienza, ha sentito l'energia sotto forma di calore e si sentiva bene e rilassato.
Per questa settimana è tutto.