Un sospiro di sollievo

Stampa
Reiki

 

Come spesso accade in reparto, ci sono più donne che uomini propense a provare il Reiki, oggi ne ho trovate due.
La prima a ricevere Reiki è una donna già operata alla schiena. Si muove ancora con fatica, ma ha voluto provare il trattamento visto che già in passato aveva avuto modo di sperimentare un altro tipo di trattamento energetico: la pranoterapia.
Prima di conoscere la pranoterapia era molto scettica ma avendo avuto riscontro positivo, si é volentieri abbandonata al trattamento Reiki. Durante la seduta, di tanto in tanto, per rilassarsi ancora di più ed entrare in sintonia con ll Reiki, la paziente tirava qualche sospiro di sollievo. Al termine della seduta mi ha detto di sentirsi più leggera, a riprova di ciò i suoi movimenti sono risultati più fluidi e si è alzata con facilità dal lettino senza dover ricorrere al mio aiuto.
La seconda paziente di questo pomeriggio a ricevere Reiki, è stata una donna che deve essere operata domani dal primario per un meningioma alla testa. Mi ha fatto molto piacere conoscerla aveva proprio bisogno di rilassarsi, la tensione da intervento purtroppo è presente anche nelle persone più positive. Il Reiki l'ha aiutata tantissimo ad allentare la tensione alla testa, ma ne ha beneficiato anche in altre partì del corpo. Inoltre ascoltare la mia esperienza ospedaliera per il suo stesso intervento le ha fatto bene. Capita spesso che raccontando ciò che ho passato quattro anni fa, riesco ad entrare più facilmente in empatia con i pazienti ed accendere in loro un sorriso.