Mamma mia!

Stampa
Reiki

Appena giunta in ospedale ho trovato un reparto semivuoto, proprio come mi aspettavo. Le due feste infrasettimanali (25 aprile e 1 maggio), con possibilità di ponte, hanno limitato numero di ricoveri e di conseguenza anche gli interventi. Proprio a causa della festa di ieri martedì, questa settimana un solo pomeriggio di volontariato quello di oggi mercoledì 26 aprile.
Questo pomeriggio due trattamenti Reiki ad una donna e ad un uomo.
La donna è già stata operata due giorni fa alla cervicale. Porta un collarino rigido che non le permette molto movimento, pertanto ha ricevuto un trattamento Reiki veloce da seduta. Nonostante la presenza del collarino, la donna ha sentito l'energia anche sul collo, sotto forma di un forte calore. Aveva una forte tensione alle spalle che a fine trattamento erano meno tese, anche se il dolore era ancora presente. Si è rilassata ed al tempo stesso era molto contenta di aver provato.
Subito dopo è stato il turno di un uomo che domani deve essere operato per un'ernia del disco,  più stabilizzazione della colonna vertebrale. Il paziente ha potuto ricevere tranquillamente il trattamento completo. Mentre riceveva energia, notavo il suo volto decisamente rilassato, il Reiki che fluiva dalle mie mani non trovava alcuna resistenza da parte del paziente. A fine trattamento l'uomo mi dice: "Mamma mia!, non credevo fosse così", poi aggiunge di aver sentito molto calore soprattutto sulla schiena e sul petto e di essersi rilassato tantissimo, per finire si è reso conto che, nonostante il trattamento fosse terminato da qualche minuto, il calore percepito era ancora presente ed aveva iniziato a sudare. Ringraziamenti a non finire, ma il merito ovviamente non è il mio, ma del Reiki.