Facciamo un'altra seduta?

Stampa
Reiki

Trattamento bis questo pomeriggio all'uomo che ieri aveva ricevuto Reiki post intervento. Appena mi ha visto non mi ha neanche salutata, le sue prime parole sono state "Facciamo un'altra seduta?". È in attesa di essere trasferito ad una clinica per la riabilitazione, oggi stava meglio di ieri, si è perfino girato anche con più facilità sul lettino. Durante il trattamento si è addormentato, il benessere ricevuto dal Reiki è stato anche maggiore di ieri, sono contenta che abbia voluto fare un trattamento bis.
Subito dopo è stato il turno di una donna, vittima di un incidente stradale. È stata investita da una moto ed è caduta a terra battendo la testa. Ha riportato una piccola frattura cranica ma sembra che si possa evitare l'intervento. Ha potuto ricevere solo Reiki veloce da seduta sulla sedia a rotelle, in quanto le girava la testa.
Prima del trattamento abbiamo chiacchierato un pò, ho saputo che è una pediatra. A differenza di tanti medici o chirurghi che si concentrano solo sulla malattia, lei ha una visione olistica delle cure, secondo la dottoressa è importante concentrarsi anche sulla persona oltre che sulla malattia. Il trattamento Reiki è stato più che gradito, mi ha riferito di aver percepito molto calore ovunque, ovviamente di più sulla testa. L'effetto più interessante però è un altro: dall'incidente ha problemi con la nuca,  quando cerca di mettere la testa dritta il peso le fa cadere il capo all'indietro, particolarità che è sparita subito dopo aver ricevuto Reiki.
Nessun terzo trattamento da dare oggi, quindi per questa settimana è tutto.