La moltiplicazione dei .... caffè

Stampa
Reiki

L'atmosfera natalizia in reparto quest'oggi si è consolidata ancora di più. C'è stata una pausa caffè in sala infermieri, accompagnata da una fetta di pandoro. L'infermiere che ha preparato il caffè è stato capace di dividere il caffè della caffettiera da sei tazze, in ben dieci bicchierini, per accontentare tutti tra infermieri, studenti e me. L'energia positiva si può esprimere in molti modi, ognuno a proprio modo, io con il Reiki e altri con la condivisione per tutti. E' bello assistere a questi piccoli avvenimenti, che guardati con il giusto spirito, diventano grandi. Le studentesse si sono occupate anche di rifare il piccolo presepe, che ai loro occhi aveva bisogno di essere perfezionato. Insomma qualsiasi cosa pur di rendere l'ambiente più confortevole ai pazienti, è proprio un gran bel reparto, merito di tutti quelli che ci lavorano.

Ora veniamo ai due trattamenti Reiki di oggi. Terzo trattamento per i due pazienti operati di neurinoma la settimana scorsa. La prima è stata la donna di Sorrento, che oggi ha sentito ancora più calore piacevole rispetto a ieri, ci siamo salutate e le ho lasciato il mio bigliettino da visita, ci terremo in contatto anche se non siamo della stessa città.

Il paziente che subito dopo ha ricevuto Reiki è stato l'uomo che oggi sarebbe dovuto uscire, ma hanno rimandato la risonanza di controllo prima della dimissione, così dovrà rimanere ancora qualche giorno. Il terzo trattamento è stato anche per  lui fonte di benessere, un calore piacevole che lo ha rilassato molto. Ne aveva bisogno perchè era giù di morale per la delusione di non poter tornare oggi a casa. Il Reiki serve anche a questo, a sollevare le persone e quando accade, apprezzo questa tecnica ancora di più.