Un altro anno è passato

Stampa
Reiki

Si sente già aria di Natale in ospedale. Come ogni anno in reparto si fa l'albero, l'anno scorso  l'ho trovato già pronto, ma quest' anno qualche decorazione l'ho messa anche io. Un bellissimo albero, almeno a mio avviso, ma la caposala non era soddisfatta, nel pomeriggio comprava altre luci che verranno aggiunte domani.

Per quanto riguarda i trattamenti Reiki ho ritrovato due pazienti della settimana scorsa,  tutti e due operati per neurinoma: un uomo ed una donna. Stanno entrambi bene,  la prima a ricevere Reiki è stata la donna di Sorrento che si è fatta portare per me dal suo paese una bellissima campanella di Babbo Natale,  fatta con perline,  rigorosamente confezionata a mano.

La seduta di Reiki le era piaciuta così tanto che oggi mi ha ringraziata così, un bellissimo pensiero che ho ricambiato con un grazie ed un abbraccio. Il trattamento di oggi è stato molto gradito, si è anche addormentata un po' durante la seduta,  segno evidente di un buon  rilassamento.
L'uomo che ha ricevuto Reiki subito dopo la signora di Sorrento,  ha gradito il trattamento anche più della settimana scorsa, tanto da consigliare il Reiki al suo compagno di stanza dicendogli tra le altre cose "fattelo fare, qualcosa ho sentito". Il paziente è già stato operato ieri alla colonna vertebrale ed ha accettato per curiosità il trattamento. A fine seduta mi ha detto che è stato molto piacevole, era molto stupito per l'enorme calore percepito dalle mie mani. Credo proprio che domani farà il bis insieme alla donna di Sorrento che riceverà il terzo trattamento.  Per quanto riguarda invece l'uomo operato la settimana scorsa di neurinoma, probabilmente domani è in uscita, se così non fosse mi trovo già l'agenda piena.

Oggi in sala infermieri si parlava di quanto quel reparto sia all'avanguardia per molte cose, sono aperti a molte novità, non può che farmi piacere, così rivolta alla caposala ho detto anche la mia: "certo che siete all'avanguardia, avete pure il Reiki!" Pare che in un altro ospedale a Roma usino anche la fitoterapia, le cose piano piano stanno cambiando, in meglio ovviamente e sono felice di essere una pioniera in questo.