Indovina un pò? Reiki!

Stampa
Reiki

Un bell'inizio di settimana in reparto con il Reiki. Solitamente il martedì trovo prevalentemente pazienti nuovi, e così è stato anche stavolta. La donna iraniana che in precedenza ha ricevuto tre trattamenti Reiki è uscita, ma non senza continuare a pubblicizzare questa stupenda tecnica. Una donna che stava in stanza con lei infatti ha deciso di provare il trattamento, proprio perchè ne ha sentito parlare in maniera entusiasmante.

Tra le tre persone che hanno ricevuto Reiki oggi, la donna che ho appena menzionato è stata la prima a sottoporsi alla seduta, ed è stata l'unica dei tre pazienti a ricevere un trattamento completo, in quanto pur essendo stata operata alla schiena, era in grado di muoversi liberamente. Il risultato? Un dolce relax e contemporanamente una piccola riduzione del dolore alla parte operata, credo proprio che domani ripeterà il trattamento.

Subito dopo è stato un uomo a ricevere Reiki, difficoltà di movimento per via dell'intervento alla schiena, si muove piano piano con il deambulatore, per questo abbiamo optato per il trattamento veloce da seduto. Si è così rilassato durante il trattamento, che non riusciva a rimanere dritto, pendeva verso la parte destra, proprio dove io ero in posizione per dargli energia. La conferma di quanto intuito durante il trattamento, l'ho avuto alla fine della seduta, quando il paziente ha confermato di essersi rilassato moltissimo e di aver sentito l'energia pervadere tutto il suo corpo, partendo dalla testa. Inoltre aveva acquisito  più forza alle gambe, ed è riuscito ad alzarsi dalla sedia con meno fatica, perfino il dolore per l'intervento si è attenuato. Anche lui è un ottimo candidato per un trattamento bis domani pomeriggio.

Poi è arrivato il turno di una donna, la persona più entusiasta della giornata. Appena sono entrata nella sua stanza la paziente mi ha donato un enorme sorriso, contentissima di questa possibilità che viene data al Reiki in ospedale. Non lo aveva mai provato di persona, ma qualcuno che lei conosce anni fa, ha ricevuto diversi trattamenti Reiki, a quanto pare con ottimi risultati. Prima del trattamento ha comunicato con entusiasmo la novità al marito per telefono; "indovina un pò cosa vado a fare adesso? Reiki!!! Si, proprio qui in ospedale!!!", pregandolo di non chiamare nei successivi trenta minuti. L'ho portata in stanza con la sedia a rotelle per via di problemi che ha alle gambe, e le ho trasmesso Reiki facendola restare seduta. Era decisamente emozionata già prima del trattamento, come se le fosse caduto dal cielo un grande regalo. In effetti è così, l'energia che viene trasmessa all'individuo è un vero dono universale, energia vitale che fa girare il mondo, compreso l'essere umano. La donna ha sentito molto calore, soprattutto alla testa (dove dovrà essere operata) ed alle gambe, oltre ad una bella sensazione di benessere. Il dolore alla testa si è attenuato e si è già prenotata per domani, per un trattamento bis. Se continua così dovrò fare straordinari di volontariato Reiki!