Cerca

Developed in conjunction with Joomla extensions.

chi è online

Abbiamo 53 visitatori e nessun utente online

Due su tre

Anche questo pomeriggio ho trovato pazienti che hanno voluto fare il trattamento bis. Due su tre per l'esattezza: l'uomo operato ieri pomeriggio e la donna che verrà operata domani. Il terzo paziente che avevo trattato ieri, quello con il collarino che ha ricevuto il trattamento Reiki veloce da seduto, non era più in reparto, è stato dimesso stamattina.

Il primo trattamento Reiki l'ho dato alla donna che domani verrà operata dal primario per un neurinoma del nervo acustico. Era contenta di vedermi, e già prima di iniziare il trattamento, mi ha chiesto se le posso mandare Reiki a distanza domani mattina per l'intervento, ovviamente le ho detto di si, lo faccio molto volentieri. Il trattamento di oggi è stato più intenso di quello di ieri,  più a livello emotivo che fisico, la paziente era decisamente soddisfatta. Dopo due trattamenti Reiki per due giorni di seguito, più quello che le manderò io domani mattina, ci sono per lei  ottime possibilità di arrivare in sala operatoria nelle migliori condizioni emotive e mentali. 

L'intervento di ieri pomeriggio alla cervicale del paziente operato dallo stesso neurochirgo che ha operato me, è andato bene. L'uomo oggi portava un collarino rigido, dovrà tenerlo per un pò di tempo, ma forse domani sarà dimesso. Gli ho offerto la possibilità di ricevere il Reiki veloce da seduto, come per il paziente di ieri che oggi è tornato a casa, ma ha preferito mettersi disteso sul lettino. Ovviamente non ha potuto mettersi a pancia in giù proprio perchè doveva fare attenzione al collarino, ma ho trattato tutta la parte anteriore del corpo, in particolare la testa e il collo. Anche se ho semplicemente poggiato le mani sul collarino, il paziente ha sentito comunque il calore sul collo, e questa cosa proprio non riusciva a spiegarsela, sa solo che funziona davvero. L'effetto benefico di ieri c'è stato anche oggi, anche se con metà trattamento rispetto a ieri, non poteva che essere così e ne sono felice.

Prima di andare via, visto che non c'erano altri pazienti a cui dare Reiki,  ho chiacchierato piacevolmente con la donna che sarà operata domani,  ed in particolare con suo marito, il quale mi ha chiesto diverse cose su questa tecnica che lo ha incuriosito molto. A mia volta gli ho chiesto se domani pomeriggio può mandarmi un messaggio quando la moglie uscirà dalla sala operatoria, mi ha promesso che lo farà. Sono di nuovo in reparto la prossima settimana, e sarà l'ultima prima della pausa di agosto. Da una parte sono contenta perchè a Roma fa un gran caldo, ed è faticoso viaggiare con i mezzi pubblici in queste condizioni, ma dall'altra mi dispiace un pò, stare lì due volte a settimana, ormai fa parte di me.

 

 

Cosa è il Reiki

REIKI è una parola giapponese composta da due sillabe REI e KI.  REI significa "Energia Vitale Universale" KI invece esprime "Energia che scorre nel Corpo" o "Forza Interiore". L’operatore

Leggi tutto

Fondamenti scientifici del Reki

  Le scoperte della fisica del ventesimo secolo hanno profondamente cambiato la visione della realtà naturale. La teoria della relatività di Einstein ha dimostrato che la materia è una forma di

Leggi tutto

Il Reiki ai malati

  Il Reiki fa parte della mia vita da qualche anno ormai, ed il volontariato nel reparto di neurochirurgia del San Filippo Neri di Roma mi ha permesso di sviluppare un'esperienza specifica con i

Leggi tutto

L'infinito... Reiki il dono

  L'evento di lancio di "Reiki il dono" è stato un grande successo, oltre ogni aspettativa. Il tutto curato nei minimi particolari dalla mia dolcissima amica Anna Maria Brazzo' che non ringrazie

Leggi tutto

Volontariato Reiki in ospedale...ma come?

  A marzo 2015 sono riuscita ad iniziare il volontariato Reiki in ospedale, moltissime persone da allora mi hanno chiesto come sono riuscita nell'impresa. Come spiego molto chiaramente qui http:

Leggi tutto