Il deambulatore? Lo porto io!

Stampa
Reiki
 
Oggi ho rivisto la donna che è stata operata la settimana scorsa per un neurinoma, e che il giorno prima si era sottoposta ad una seduta di Reiki. Sta piuttosto bene, ma l'hanno trattenuta per una piccola complicanza post operatoria, niente di grave, ma è meglio che resti sotto osservazione. Camminava con un deambulatore, anche se non ne aveva molto bisogno, credo non si sentisse sicura nei movimenti, succede spesso a chi viene operato vicino all'orecchio. Stava così bene a fine trattamento che è tornata con i suoi piedi in stanza, mentre io ho portato il deambulatore. Provate ad immaginare la scena: la paziente che sta avanti a me cammina tranquillamente, mentre io, pur non avendone bisogno, mi muovo con il deambulatore, divertente no? Ci guardavano tutti senza capire cosa fosse accaduto! Quando succedono queste cose sono così felice che mi sento ad un metro da terra!
 
Il secondo paziente proveniente da Bari,  è stato un giovane uomo che domani verrà operato per un neurinoma del nervo acustico. Non ho capito se fosse scettico o curioso, in ogni caso non smetteva di parlare, faceva tante domande anche durante il trattamento. E' molto portato per le energie, ha una spiccata sensibilità verso il calore. Tutti chi più chi meno percepiscono energia sotto forma di calore o vibrazione durante il trattamento, ma lui percepiva ancora dove io ero già passata. In ogni caso è rimasto più che soddisfatto, e se la prossima settimana sarà ancora lì, sono certa che chiederà un altro trattamento Reiki.
A domani per nuovi aggiornamenti!