Dal Reiki....un fiore

Stampa
Reiki

Appena arrivata in reparto, sono andata subito a trovare la paziente operata giorni fa alla colonna vertebrale. Chi mi segue ed ha letto il mio articolo di ieri http://microportale.net/reiki/279-non-ci-posso-credere sa già che la donna ha avuto un ottimo risultato con il Reiki. Ieri le è passato completamente il dolore alle gambe che aveva da molto tempo, ed oggi ha voluto ricevere altro Reiki. Con enorme piacere ho potuto constatare che, a differenza di ieri, oggi era come un fiore appena sbocciato, rilassata e felice di essere libera dalla sofferenza.

Emanuela, questo il suo nome, visto che oggi non aveva dolore, si è lasciata andare ancora di più. La sensazione di benessere è stata ancora più evidente, e ha percepito parecchio calore un pò ovunque. Alla fine del trattamento, poco prima di salutarci, mi ha rilasciato un'intervista che pubblicherò sulla mia web radio Onda Reiki, tra un paio di giorni. E' così entusiasta che durante l'intervista ha ripetuto più volte la parola "miracolo". Per fortuna era scettica!

Quando si è così soddisfatti, cosa si fa? Si sparge la voce...così una sua compagna di stanza si è sottoposta a sua volta ad una seduta di Reiki. La giovane donna è già stata operata alcuni giorni fa alla testa, non aveva dolori, pertanto il trattamento energetico le è servito per rilassarsi. Una piccola/grande coccola come il Reiki,  fa molto bene quando si è in ambiente ospedaliero e lontani da casa.

A volte mi domando se i pazienti che ho trattato,  ogni tanto si ricordino dei momenti in cui,  con il Reiki in ospedale, hanno potuto "staccare la spina" almeno per un pò, senza preoccupazioni, senza dolori e quanto altro. Mi capita di sentire ogni tanto qualcuno di loro, pochissimi a dir la verità, ma va bene lo stesso. L'importante per me,  è averli fatti sentire bene quando ne avevano bisogno. Non perdetevi l'intervista di Emanuela, venerdì sarà online e con l'occasione potrete anche vedere una foto che ho scattato ad Emanuela proprio oggi pomeriggio. Noterete un bel sorriso,  e ascoltando le sue parole, capirete perchè...