Impossibile non sentire nulla

Stampa
Reiki

Settimana particolarmente calma in ospedale questa settimana. Ieri ho rivisto la paziente di nome Laura che la settimana mi ha rilasciato un'intervista dopo aver ricevuto due trattamenti Reiki. Per chi non l'avesse ancora ascoltata, questo il link : https://www.spreaker.com/user/ondareiki/laura-e-la-leggerezza-del-reiki. Ho passato diverso tempo con lei nella sua stanza, mi ha raccontato un pò tutto sia del risveglio dopo l'intervento, sia della terapia intensiva. E' andato tutto bene, ma ha bisogno di riabilitazione, infatti proprio oggi è stata trasferita in una clinica, resterà lì probabilmente una ventina di giorni.

Sempre ieri ho parlato con un paziente, già operato alla colonna vertebrale per un tumore. Era in compagnia della moglie che avrebbe gradito volentieri un trattamento Reiki, ma come sempre ripeto a tutti, sono lì per i pazienti e non per gli esterni. Stavo spiegando qualcosa sul Reiki, ma sono arrivati due medici che avevano necessità di parlare con il paziente. In ogni caso non avrebbe potuto farsi fare un trattamento Reiki , perchè aveva difficoltà ad alzarsi.

Oggi sono tornata dallo stesso paziente, ma a differenza di ieri stava abbastanza bene, così ha accettato volentieri un trattamento Reiki. All'inizio ho percepito un pò la tensione, ma è comprensibile se ci si trova improvvisamente con un estraneo che ci sottopone a qualcosa di totalmente sconosciuto. In ogni caso era aperto all'esperienza, quindi dopo pochi minuti si è lasciato andare, complice anche la musichetta che faccio ascoltare durante il trattamento. Ho sentito da subito che il paziente aveva bisogno di un bel carico di energia, infatti ne assorbiva parecchia sin dalla prima posizione sugli occhi. A fine trattamento era decisamente soddisfatto, sia per la sensazione di benessere che per il calore avvertito, differente almeno inizialmente mi ha detto che percepiva una mano più calda dell'altra. Il trattamento direttamente sulla schiena gli ha fatto molto bene, ed anche se mi ha detto che il dolore dell'intervento è rimasto, ha percepito che la tensione si sciogliesse mentre piano piano si allontanava verso i piedi. L'uomo era decisamente soddisfatto e mi ha detto che, tenuto conto delle varie sensazioni che ha avuto durante tutto il tempo del trattamento, a suo avviso non può esserci nessuno che possa affermare, dopo aver ricevuto Reiki, di non aver sentito assolutamente nulla...Il paziente  ha assorbito molta energia anche sui piedi, gli ha fatto più che bene, e la cosa è stata molto evidente quando stava andando via. Mi ha salutata e ringraziata mentre apriva la porta,  si stava allontanando dimenticando il deambulatore, gliel'ho dovuto ricordare io!!!

C'è sempre una prima volta per tutto, e questa è proprio la prima volta dopo tanta esperienza in reparto,  che un paziente si dimentica il deambulatore. Ero così contenta che mi sono fatta una gran bella risata, il Reiki è anche questo, immensa soddisfazione perfino su cose a cui mai penseremmo.

Per il resto nulla da fare, c'erano tre letti vuoti e tutti gli altri erano impossibilitati per un motivo o per un altro, altri ancora in sala operatoria. Vi racconterò qualcosa in più la settimana prossima, intanto non dimenticate di ascoltare l'intervista di Laura.