Oggi si danno i numeri

Stampa
Reiki

 

Oggi non ho fatto in tempo ad entrare in sala infermieri, che già la caposala mi ha detto "oggi 2 -3 - 4" riferendosi ai numeri dei letti di tre pazienti donne (tutte della stessa stanza) che volevano provare il Reiki. I tre trattamenti li ho fatti seguendo la numerazione quindi ho trattato prima la due, poi la tre ed infine la quattro.

La donna del letto n° 2 è già stata operata per un aneurisma nei giorni scorsi, conosceva già il Reiki, ma solo per sentito dire da un suo amico, è stata proprio lei a suggerire alla sua vicina di letto (la n° 3) a provare il trattamento. Il  Reiki le è piaciuto tantissimo, ha sentito calore ovunque e per fortuna sono riuscita a completare il trattamento un attimo prima che la chiamassero per una Tac.

Anche la donna del letto n° 3 aveva già sentito parlare del Reiki, si opera domani, anche lei per un aneurisma. Ha percepito molto calore alla testa (evidentemente aveva bisogno di energia proprio lì) mentre io ho sentito che ha preso parecchio Reiki sul ventre, probabilmente per una situazione emotiva che la condiziona un pò. E' interessata ad approfondire la conoscenza di questa tecnica, intanto l'ho invitata a visitare il mio sito internet e ad ascoltare qualche intervista sulla mia web radio Onda Reiki.

A proposito di Onda Reiki proprio oggi ho pubblicato un'altra intervista, registrata la settimana scorsa in ospedale. Si tratta di Laura, la figlia della paziente Elisabetta che ha ricevuto un totale di cinque trattamenti Reiki durante la sua degenza in reparto. Laura durante l'intervista ci parla inparticolare dei progressi della mamma a livello emotivo, ma anche mentale. Questo il link : https://www.spreaker.com/user/ondareiki/laura-figlia-della-paziente-elisabetta. Per chi invece non avesse ascoltato l'intervista ad Elisabetta dopo i primi tre trattamenti Reiki, già pubblicata su Onda Reiki la settimana scorsa, invito a cliccare su questo link:https://www.spreaker.com/user/ondareiki/elisabetta-tre-trattamenti-reiki-dopo-li .

E veniamo alla paziente del letto n° 4. Anche lei è già stata operata  per un problema all'ipofisi. Ha sentito un calore benefico che le ha attraversato tutto il corpo e si è rilassata moltissimo, era veramente contenta di aver provato, e mi ha ringraziata più volte. Per oggi è tutto, chissà che anche domani in reparto non si diano altri numeri, magari vincenti! Sono un'inguaribile ottimista e riesco a scherzare con qualsiasi cosa, sbaglio? Credo proprio di no, la positività è importante, sempre e comunque.