Troppo bello....

Stampa
Reiki

 

Doppia coppia di trattamenti Reiki tra ieri ed oggi in neurochirurgia. Ieri ho trattato due uomini: tutti e due erano in attesa per l'intervento di oggi, quindi  scaricare la tensione era proprio ciò che ci voleva. Il primo era il secondo della lista per oggi, è andato in sala operatoria nel pomeriggio per alla colonna vertebrale,  l'altro uomo invece era il primo di stamattina per un meningioma (tumore benigno alla testa) di dimensioni piuttosto consistenti. Tutti e due hanno gradito tantissimo, soprattutto il primo, si sentiva addirittura più leggero a fine trattamento,  con meno tensione e timore per l'intervento.

La prima donna che ho trattato oggi era già stata operata diversi giorni fa per un aneurisma, non l'avevo mai vista prima perchè è stata trattenuta a lungo in terapia intensiva, credo almeno dieci giorni.  A fine trattamento era rilassatissima, le si era pure attenuato un dolore ad una gamba, insomma stava così bene, che mi ha detto: "Troppo bello... ma mi devo proprio alzare?". Fino ad ora tra tutti i pazienti che ho trattato in otto mesi, lei  è stata la donna che si è trattenuta di più dopo il trattamento. Era così felice che mi ha abbracciata come se fossi un'amica di vecchia data.

La seconda signora di oggi invece deve ancora essere operata per un meningioma, anzi sa già che in seguito ne ha anche un altro da operare. Non mi ha detto nulla, ma io ho percepito il suo scetticismo prima del trattamento, anche se comunque ha accettato molto volentieri il Reiki, forse per spezzare la routine delle lunghe giornate ospedaliere. Alla fine però era molto soddisfatta, ed anche lei  mi ha ringraziata con baci ed abbracci.

Non so più quante persone ho trattato in questi mesi, ma in un modo o nell'altro ne ricordo una buona parte. Qualcuno di loro le sento ancora, anche se sono di un'altra città, il Reiki in questo senso sembra poter accorciare le distanze, quando hai qualcuno nel cuore è come averlo sempre vicino...