Developed in conjunction with Joomla extensions.

Oggi pomeriggio trattamenti Reiki a tre persone tutte in attesa di intervento.
La prima una donna che domani sarà operata per un'ernia del disco, non conosceva il Reiki ma ha sempre apprezzato qualsiasi cosa abbia a che fare con il benessere ed il rilassamento. A volte per staccare dal lavoro si è concessa qualche massaggio in una Spa. Durante il trattamento si è anche addormentata, la seduta le ha donato benessere e tranquillità, era felicissima di aver provato.
Secondo trattamento ad un uomo che domani mattina sarà operato per tre ernie cervicali. Anche lui come la donna che lo aveva preceduto si è appisolato, anzi addormentato profondamente. Proprio per questo alla fine ha saputo dire ben poco su cosa aveva percepito. Tornato in stanza l'ha comunque consigliato ad un altro paziente che nel frattempo era in compagnia dei parenti. Quando la caposala glielo ha proposto ha detto subito di si.
L'uomo deve essere operato tra due giorni al trigemino, anche suo figlio è stato operato circa un anno fa per la stessa cosa. Era sicuramente scettico inizialmente, anche se non lo ha dichiarato, ma al feedback finale ha detto: "ho sentito un fluido!" segno che aveva percepito qualcosa di particolare, un misto tra calore e sensazioni energetiche.
Comunque sia tra gli innumerevoli riscontri ricevuti in questi anni dai pazienti di neurochirurgia questa è la prima volta che lo definiscono "fluido", una bella definizione direi che valorizza la tecnica!
N.B. E' uscito in tutte le librerie il mio libro "Reiki il dono" edito dalla Om Edizioni. E' prenotabile negli stores online: Giardino dei Libri, Macrolibrarsi, Amazon ecc. Se vi recate alla vostra libreria preferita e non lo trovate, potete comunque ordinarlo.