Developed in conjunction with Joomla extensions.

Ieri mattina una paziente che deve essere operata domani per un neurinoma del nervo acustic, era piuttosto agitata, le hanno dovuto fare due volte l'elettrocardiogramma per essere certi che non ci fosse nulla di serio. Proprio per questo motivo la caposala mi ha indicato la donna per un trattamento Reiki, a suo avviso senz'altro stato utile per rilassarla. La seduta è stata per lei una cosa preziosa, ricevendo energia si è sentita amata, in effetti il Reiki non è niente altro che amore. Inoltre il mal di testa che aveva dalla sera prima, è passato completamente.
Secondo trattamento del pomeriggio alla sua compagna di stanza, in realtà si tratta di un bis, ovvero la paziente che due giorni fa é stata chiamata con urgenza per l'intervento di neurinoma alla gamba sinistra, per tale motivo avevamo dovuto terminare velocemente il trattamento. Ieri pur di avere un altro trattamento, si è fatta portare con la sedia a rotelle. Quando eravamo in corridoio ha detto "Non ci sono per nessuno, oggi niente interruzioni". Il trattamento è stato per lei bello e rilassante come il giorno prima. Vuole approfondire e documentarsi sul Reiki, andrà a leggere tutto ciò che scrivo sul mio sito e ascolterà le interviste sulla mia web radio.
Terzo ed ultimo trattamento al papà dell'infermiere Alessandro, tra i colleghi di reparto è colui che apprezza di più il Reiki. L'uomo deve essere operato alla cervicale, decisamente scettico inizialmente, credo abbia accettato semplicemente perché consigliato da suo figlio. Non solo non era propenso a lasciarsi andare, ma non c'era verso di farlo rimanere ad occhi chiusi. Con il passare dei minuti piano piano le cose sono nettamente cambiate ed alla fine mi ha detto di aver percepito molto calore soprattutto sulla schiena. Lo scetticismo comunque non l'ha abbandonato, infatti alla fine del trattamento ha voluto sentire le mie mani. Quando ha constatato che non erano più calde come durante il trattamento, è rimasto di stucco. Mi ha ringraziata ed abbracciata. C'erano anche altre persone che avrebbero potuto ricevere Reiki, tra i quali anche qualche infermiere tirocinante, ma avevo il resto del pomeriggio impegnato, quindi non ho potuto trattenermi di più.