Developed in conjunction with Joomla extensions.

 

Dopo il primo maggio eccomi di nuovo qui in reparto per dare Reiki a chi ne ha veramente bisogno.
Primo trattamento ad un medico endocrinologo, ricoverato in neurochirurgia per un intervento di stabilizzazione della colonna vertebrale, è in lista per domani mattina. Molto favorevole alle tecniche energetiche, conosceva la pranoterapia ma non il Reiki. Pur essendo in attesa di intervento era piuttosto tranquillo, ma con il Reiki si è rilassato ancora di più. Ha percepito molta energia proprio nel punto da operare sulla schiena e sui piedi, dove ha poca sensibilità proprio a causa del problema alla schiena.
Secondo trattamento ad un ragazzo operato per un neurinoma del nervo acustico. Con il Reiki si è rilassato tantissimo, ne ha tratto beneficio allo stomaco, organo un po in subbuglio per il cortisone che sta assumendo. Domani vuole fare il bis.
Terzo ed ultimo trattamento ad un compagno di stanza del ragazzo che poco prima ha ricevuto energia. Portava un collarino rigido, è stato possibile dargli Reiki solo seduto sulla sedia a rotelle. Ha percepito molto calore in particolare modo sulle spalle e sulle ginocchia. Ha gradito molto anche la sensazione di benessere, così piacevole che quasi si è addormentato. Anche lui domani vuole ripetere la seduta di Reiki, quando si propone qualcosa di valido, c'è sempre qualcuno che vuole provare un bis, proprio come nei due casi di oggi.