Developed in conjunction with Joomla extensions.

 

Tre trattamenti in due pomeriggi per questa settimana. Ieri il reparto era piuttosto caotico, ultimamente purtroppo succede sempre più spesso... L'unica paziente a cui ho potuto dare Reiki è stata una donna che era al terzo trattamento Reiki, uno prima dell'intervento alla schiena e due dopo. La signora è tra le persone più scettiche che abbia mai conosciuto, non crede a queste tecniche energetiche, ma il Reiki le piace. Il trattamento di ieri ha pure giovato al dolore su un fianco, era lei a guidarmi la mano sulla parte dolente. Ma come fa a dire che non ci crede se anche lei ha appurato che funziona? Stamattina è uscita, altrimenti avrebbe fatto un altro trattamento, ne sono certa.
I due trattamenti di oggi sono andati ad una giovane donna e ad un uomo.
La paziente è stata operata per un neurinoma del nervo acustico di grosse dimensioni. Come spesso accade quando i neurinomi sono al di sopra di una certa misura, è quasi impossibile conservare l'udito dell'orecchio interessato. La paziente infatti non ci sente più dall'orecchio sinistro, ma non le importa, per lei è stato più importante uscire dall'intervento sana e salva. Difficile trovare pazienti che guardano le cose brutte dal lato positivo, ma fortunatamente ogni tanto ne incontro qualcuno. Nel giorno della morte del grande scienziato Stephen Hawking, mi piace ricordare una sua frase "Ricordatevi di guardare le stelle e non i vostri piedi. Per quanto difficile possa essere la vita, c’è sempre qualcosa che è possibile fare e in cui si può riuscire." Se lo diceva lui che ha passato la vita da invalido sulla sedia a rotelle ed in condizioni più che pessime... Dovremmo tutti quanti cercare per quanto possibile di essere persone coraggiose, affrontando la vita, ed in particolare le malattie, con il sorriso sulle labbra. La donna era in compagnia di parenti che l'hanno invogliata a ricevere Reiki, nessuno di loro sapeva cosa fosse, ma quando hanno scoperto che può avere effetto rilassante, ne sono stati entusiasti. La giovane donna si è completamente affidata a me e di conseguenza al Reiki, è per questo che è riuscita a cogliere il meglio da questo trattamento. Si è sentita benissimo, appena riaperti gli occhi ha detto "mi è piaciuto tanto". E subito dopo "quando torna?" per sapere quando poteva ricevere altra energia. Purtroppo oggi era il secondo giorno della settimana, quindi non tornerò in reparto prima di martedì, non so se la ritroverò ancora.
Secondo paziente per la seduta di Reiki è stato un uomo operato alla colonna vertebrale. Conosceva la pranoterapia ma non il Reiki, quando l'infermiere gli ha proposto il trattamento non se lo è fatto ripetere due volte e mi ha seguita in stanza. A fine trattamento era soddisfatto, ha sentito molto calore ovunque, in particolare ai piedi. Rialzatosi dal lettino si sentiva decisamente meglio e nel complesso anche ben rilassato.
Il 21 aprile 2018 ci sarà a Fino Mornasco (CO) un altro incontro con operatori e Master di Reiki riguardante il workshop "Il Reiki ai malati" per i dettagli visitare questo link: http://www.microportale.net/reiki/555-workshop-il-reiki-ai-malati-a-fino-mornasco-como