Developed in conjunction with Joomla extensions.

A volte capita che, entrando in sala infermieri per mettere il camice, trovo a disposizione dei dolci donati agli infermieri da pazienti o parenti. Il personale paramedico di quel reparto è eccezionale, meritano queste piccole gratificazioni, quando ero ricoverata in quel reparto, li chiamavo "Angeli". Quest'oggi c'erano dei buonissimi cioccolatini alla gianduia, che ho potuto gustare insieme ad un buon caffè preparato dalle infermiere. I trattamenti Reiki di oggi sono stati due, il primo ad una donna ed il secondo ad un'infermiera.
La paziente che ha ricevuto il trattamento è venuta a Roma dalla Basilicata per farsi operare di neurinoma, sarà in sala operatoria già domani mattina. Era in compagnia della sorella, così ho cominciato a parlare di Reiki, anche se in realtà erano più interessate alla mia storia personale da paziente. Quando mi sono resa conto di questo, ho messo in pratica l'esperienza che ho acquisito in questi anni di volontariato. Inizialmente ho spiegato loro quanto volevano sapere sul meningioma che mi hanno tolto quattro anni fa alla testa, poi ho spostato l'argomento sul Reiki e su quanto mi aveva fatto bene quella tecnica energetica. A quel punto le avevo conquistate entrambe, ma è stata la sorella ad invogliare la donna. Scettica inizialmente, la paziente era comunque ben disposta a provare, pur di tentare di calmare l'ansia da intervento, così mi ha seguita. Ad inizio trattamento era decisamente tesa, faceva fatica anche a tenere gli occhi chiusi, ma poi piano piano si è abbandonata all'energia che stava ricevendo. Alla fine era rilassata e felice di aver provato, ma anche stupita di aver sentito molto calore, più in determinati punti che in altri.
Secondo trattamento all'infermiera Luisa, la quale aveva ricevuto un solo trattamento da me nei primi mesi di volontariato. Alcune settimane fa mi aveva detto di voler fare un bis quando sarebbe stato possibile, oggi era il giorno giusto e quando le ho proposto il Reiki, ha accettato subito. Prima di iniziare parlavamo della paziente che poco prima aveva ricevuto Reiki, era stata proprio Luisa ad informarla della possibilità di ricevere il trattamento, poco prima che entrassi nella sua stanza. Le ho detto che nonostante lo scettiscismo e la tensione iniziale della donna, alla fine l'ho conquistata con il Reiki. Luisa a questo punto mi ha fatto un bellissimo complimento dicendomi che ho carisma, è per questo che riesco a coinvolgere le persone. Sono sempre stata una donna solare, ma l'essere persuasiva e trascinante in maniera naturale, è anche merito del Reiki. Quando credi veramente in qualcosa, trasmetti e coinvolgi con molta facilità, il Reiki ormai fa parte della mia vita di tutti i giorni, non potrei più farne a meno, lo ripeto spesso perchè mi piace ricordarlo, mi ha veramente cambiata nel profondo.Questa volta il trattamento a Luisa è stato ancora più piacevole, il Reiki l'ha anche ricaricata energeticamente. Alla fine mi ha concesso anche un'intervista che verrà pubblicata sulla mia web radio Onda Reiki nel fine settimana.