Developed in conjunction with Joomla extensions.

Questo pomeriggio in reparto c'erano poche persone alle quali proporre Reiki, ho comunque fatto due trattamenti ed un'intervista, quest'ultima da pubblicare su Onda Reiki.
Primo trattamento ad un uomo che aveva già provato il Reiki la settimana scorsa, prima dell'intervento alla schiena. Quest'oggi portava un busto semirigido, mi ha chiesto se doveva toglierlo ed ho detto di no, in quanto l'energia non conosce barriere. Prima di iniziare mi ha raccontato che qualche giorno fa ha dovuto sottoporsi ad una risonanza magnetica. Poi ha continuato dicendo che era piuttosto nervoso, tra l'altro anche per la lunga attesa. Quando lo hanno messo dentro il tubo per effettuare l'esame, l'ansia è salita. L'uomo però non si è perso d'animo, sapeva che aveva poco senso interrompere la risonanza suonando il campanello, così ha provato a distrarsi. Come prima cosa ha pensato a me ed al trattamento Reiki che lo aveva fatto rilassare. Questo ancoraggio emozionale lo ha aiutato immediatamente, contestualmente ha abbinato al ricordo una respirazione profonda. Nell'intervista che mi ha rilasciato alla fine del trattamento, che verrà pubblicata su radio Onda Reiki nei prossimi giorni, potrete ascoltare direttamente dal paziente il racconto di questo particolare avvenimento. Il secondo trattamento è stato ancora più gradito del primo, l'uomo ha sentito che il calore passava anche attraverso il busto.
Secondo ed ultimo trattamento di oggi pomeriggio ad una donna anziana, arzilla e molto sveglia che incurisita da ciò che le ho accennato sul Reiki, ha scelto di provare. Mi ha seguita in stanza ma ha potuto ricevere Reiki solo da seduta, in quanto non ce la faceva a salire sul lettino, troppo alto per lei, purtroppo la scaletta non era disponibile. Il Reiki veloce è stato comunque gradito, la donna ha sentito molto calore sulla schiena dove le hanno effettuato l'intervento e sulle spalle. Mi ha ringraziata tantissimo ed era felicissima di aver provato. Tornando verso la sua stanza ha aggiunto "brava continua così" ed io le ho risposto "non ho alcuna intenzione di smettere, è una cosa molto importante per me!".
Prima di andar via ho salutato il signor Paolo che poco prima mi aveva rilasciato un'intervista. Si è reso disponibile anche per un terzo trattamento nel pomeriggio di domani.