Developed in conjunction with Joomla extensions.

Chi segue i miei racconti settimanali di Reiki in ospedale, si ricorda che il luogo dove si trova il reparto di neurochirurgia dove presto volontariato, è decisamente lontano da dove abito.Pertanto quando in ospedale c'è poco da fare, mi dispiace aver fatto un lungo viaggio praticamente per nulla. Oggi è stato uno dei quei giorni, perchè ho fatto un solo trattamento, una sola seduta di Reiki però, che per me ha significato tantissimo.
Chi ha letto ciò che ho scritto ieri su Facebook e sul mio sito internet ricorderà che ho dato Reiki ad un uomo particolarmente agitato e in stato confusionale, non solo per via del problema alla testa, ma proprio come sua "caratteristica" questo l'articolo per chi non lo avesse letto: http://www.microportale.net/reiki/523-rotelle-fuori-posto .
Quest'oggi sapevo già che avrebbe fatto il bis, ma quello che non sapevo era l'entusiasmo con il quale mi ha seguita per il Reiki appena mi ha vista. Le sue condizioni inoltre erano decisamente migliori di ieri. Purtoppo diversamente a ciò che ho saputo in precedenza, l'uomo verrà operato venerdì alla testa per rimuovere una massa che gli crea non pochi problemi, ma la notizia buona di oggi è che riusciva a spiegarsi molto meglio ed era sicuramente meno agitato. Mi piace pensare che sia anche un pò merito del buon rilassamento di ieri con il Reiki, e che oggi è stato ancora più gradito. A fine trattamento mi diceva "grazie tu sei brava, grazie per questo regalo!!! Meglio di ieri!".
Degli altri due che hanno ricevuto Reiki ieri, una era in sala operatoria e l'altro è stato dimesso. Non c'erano altre persone candidate per il Reiki, altre tre persone dovevano entrare in reparto per il ricovero, ma nessuno di loro è arrivato nel tempo che sono stata lì. Così quell'unico trattamento di oggi ha assunto per me un valore speciale. Quell'uomo aveva veramente bisogno di sentirsi bene per un pò anche oggi, e vederlo più connesso a sè stesso, ha dato una carica di più anche a me, per il viaggio di ritorno a casa. Stavolta i complimenti me li sono fatta da sola, non per l'energia donata che non è la mia, ma per la costanza, l'impegno e l'amore che metto per ogni singolo trattamento. A volte (come in questo caso) l'impegno da parte mia è alla massima potenza, venderne i risultati mi fa sentire bene.