Developed in conjunction with Joomla extensions.

Il reparto quest'oggi era pieno di persone che potevano essere candidate a ricevere Reiki. È questa la cosa che mi ha detto subito la caposala, appena mi ha vista. La precedenza è stata data come al solito a chi deve operarsi, così la prima è stata una giovane donna che domani deve essere operata per un neurinoma del nervo acustico.
Mentre il Reiki le veniva proposto dall'infermiera, un'altra paziente ha detto "posso farlo anche io? ". Le abbiamo dovuto dire di no, perché nella lista c'erano già altre persone a cui proporre: una donna che deve essere operata per un meningioma e un uomo che si opera alla testa, anche lui domani.
Mentre andavo a parlare con l'unico paziente uomo di oggi per dirgli che sarei andato da lui dopo un primo trattamento ad una donna, in corridoio ho incontrato un distinto signore anziano. La caposala, anche lei in corridoio, gli ricorda del Reiki e gli chiede se vuole fare il trattamento, contemporaneamente si rivolge a me dicendo "ne può fare quattro oggi?" Ho risposto di no, e contemporaneamente pensavo tra me e me "ma se lo ricordano che sono da sola a fare volontariato?" Se non avessi detto di no, oggi avrei fatto addirittura cinque trattamenti!
La donna che domani verrà operata di neurinoma è rimasta stupefatta del Reiki, non credeva che tutto quel calore generato dalle mani potesse tranquillizzarla, anche perchè ha affermato di essere una persona che si rilassa molto difficilmente.
L'uomo che verrà operato domani alla testa e che ha ricevuto Reiki subito dopo, ha lasciato i parenti per poter ricevere il trattamento. Forse era un pochino scettico, ma non si è dichiarato in proposito, prima della seduta. Non conosceva nessun tipo di tecnica energetica, ma ha provato in passato con successo l'agopuntura. Ha gradito così tanto il trattamento che mi ha chiesto "ma domani me ne fa un altro prima di salire in sala operatoria?" Io spero veramente che sia possibile, lo operano di pomeriggio, quindi se arrivo un pò prima del solito, magari non lo hanno ancora portato via. Ai parenti uscito dalla stanza per il Reiki ha detto: "voi prima mi avete fatto venire il mal di testa, ma la signora me lo ha fatto passare!" C'è stata una grande risata generale, la mia e delle altre tre persone che erano lì per rendergli visita.
Terzo ed ultimo trattamento ad una donna che deve essere operata (credo tra due giorni) alla testa per un meningioma. Al termine del trattamento mi fa "è già finito?" Era così scettica inizialmente che ha pensato mi fossi scaldata le mani in qualche modo prima di iniziare. Durante il trattamento però, si è resa conto che il calore stava durando troppo a lungo, per poter essere indotto in qualche modo. Inoltre alla fine ha pure fatto la prova del nove mentre finivamo di chiacchierare. Mi ha toccato le mani e si è resa conto che erano decisamente più fresche di prima. "Non so cosa sia, ma funziona" sono state le sue ultime parole prima di tornare in stanza.
Per domani ci sarebbero già i tre trattamenti in programma: le due persone che non ho potuto accontentare oggi e il bis all'uomo che si deve operare nel pomeriggio. Sarà così o mi stravolgeranno il programma? Chissà!