Developed in conjunction with Joomla extensions.

Il 16 dicembre 2016 è una data da ricordare per tutti gli allievi reikologi che hanno potuto sostenere gli esami teorico-pratici, scritti ed orali a Roma. Ci sono state altre date per altri esami in tutta Italia, che sono appena terminate. In molti mi hanno chiesto cosa cambia adesso, che esami sono e se il Reiki ora è o no una professione riconosciuta. E' una cosa un po’ lunga da spiegare, quindi faccio un unico scritto per informare tutti.
Con la legge 4/2013 si è aperta una grande opportunità per i professionisti che lavorano in professioni non regolamentate in ordini e collegi. Ovvero si è aperta la possibilità di autoregolamentarsi ed ottenere da enti e organi certificatori un attestato di operatore di servizi per dare al Reiki (in questo caso, ma anche ad altre tecniche olistiche) la dignità che merita. Gente seria e preparata ha deciso di "metterci le mani" e valorizzare finalmente il Reiki, allo scopo di offrire al mercato professionisti, a loro volta, seri e preparati. Il Reiki è semplicemente energia, o meglio la capacità per ognuno di alzare le proprie frequenze e il trasmettere energia e dare benessere. Il benessere può aiutare le persone ad affrontare meglio la vita, in presenza di malattie ovviamente c'è bisogno di cure mediche specialistiche,  ma tutto viene affrontato meglio se l'essere umano è più forte e positivo.
Il PRAI (Professionisti Reiki Associati Italia www.professionistireiki.it ) è stato riconosciuto, già un anno fa, ed è stato indi inserito nell'elenco al Ministero dello Sviluppo Economico come Associazione Professionale secondo la Legge 4/2013. Il PRAI quindi è la prima Associazione di Categoria che ha posto le premesse per un profondo cambiamento in Italia per il Reiki nel mercato del lavoro. L’accordo tra PRAI ed A.S.I. (ASI, Arti Olistiche Orientali www.asiartiolisticheorientali.it , ente di promozione sportiva riconosciuto dal C.O.N.I , ente pubblico non economico, e da vari ministeri) ha permesso di presentare all’UNI (ente italiano di normazione www.uni.com/index.php ) , una norma più giusta possibile, aderente e nel rispetto della disciplina del Reiki, ma anche non in contrasto con nessuna altra disciplina né con ordini di categorie di professionisti nel settore medico, paramedico, psicologico e quant’altro. A questa pagina dell’ASI http://www.asiartiolisticheorientali.it/index.php/area-formativa/scuole-accreditate/registro-nazionale-scuole-accreditate, potete trovare l’elenco delle scuole di formazione iscritte all’Ente.
L'Attestato  di qualifica professionale dei servizi che ho conseguito con gli esami, ha anche una certificazione da parte del Kiwa Cermet www.kiwacermet.it/ITA/Pagine/default.aspx che dà un valore aggiunto di grande rilevanza. E’ la prima volta in Italia! E' importante sottolineare che il reikologo si impegna ad una formazione continua e permanente ed è tenuto a rispettare un codice deontologico. Fino ad ora nulla era stato fatto in proposito, grazie a PRAI ed ASI ora ci sono delle buone premesse affinché nei prossimi anni il Reiki diventi una professione riconosciuta a tutti gli effetti, ma non solo il Reiki, la stessa procedura si sta avviando anche per altre discipline olistiche, come è già avvenuto in tanti paesi nel mondo.
Altra data importantissima è il 13 gennaio prossimo, ci sarà un grande evento a Foggia, ovvero il 1° Convegno Nazionale dove alla presenza di prestigiosi Relatori e Autorità saranno consegnati ai primi Operatori Professionisti Reikologi  gli “Attestati di Qualifica Professionale dei Servizi PRAI” e la “Certificazione di parte Terza Kiwa Cermet”. L’incontro è aperto a tutti, sarà un’ottima occasione anche soltanto per assistere ed informarsi in proposito. Ricapitolando l’evento è : VENERDI’ 13 GENNAIO 2017 ORE 13:00 – 20:00 TEATRO CICOLELLA Viale XXIV Maggio , 70 – Foggia (A 100 metri dalla stazione – accanto Hotel Cicolella)
Infine una mia piccola riflessione:  cosa accadrà nei prossimi anni? Chi non avrà fatto un percorso formativo adeguato, non avrà i titoli necessari per poter lavorare con il Reiki, se lo farà dovrà restare nell'ombra, sperando che non venga scoperto. Sono stata una pioniera per tutta la vita e per tante cose,  ora ho scelto di essere un apripista anche per il Reiki. Pertanto chi vuole seguire questa strada, ora sa dove informarsi, spero che sarete in tanti. Intanto W il Reiki!!!