Developed in conjunction with Joomla extensions.

Ieri ed oggi sono stata in reparto per il volontariato Reiki, questa settimana quindi  unico articolo per il resoconto settimanale. Ieri ho ritrovato un paziente operato di neurinoma la settimana scorsa, stava abbastanza bene, così si è sottoposto ad un nuovo trattamento Reiki, piacevolmente sorpreso anche stavolta, ha sentito molto calore un pò ovunque,  e si è rilassato. Gli avrei donato Reiki anche oggi, ma improvvisamente è peggiorato,  gli hanno fatto un bendaggio più stretto, dormiva quindi non l'ho potuto neanche salutare.

Come spesso accade ultimamente un altro uomo,  della stessa stanza del paziente di cui ho appena parlato, ha accettato di ricevere Reiki. Mi ha detto che il giorno dopo (cioè oggi) sarebbe stato operato alla cervicale, così ha voluto provare il trattamento. Gli è piaciuto moltissimo, si è rilassato, ed oggi ho saputo che ne aveva parlato ai parenti, in maniera più che positiva. L'operazione stamattina è andata benissimo, l'ho ritrovato in stanza, non è passato neanche per la terapia intensiva. Ovviamente era un pò intontito, così l'ho salutato velocemente, mentre con i famigliari ho parlato lungamente di questa tecnica sconosciuta ai più.

Oggi una donna ha accettato di ricevere Reiki, ma proprio quando la stavo portanto nella sala per il trattamento, un parente l'ha avvertita telefonicamente che stava arrivando in ospedale, così sono andata da un'altra paziente. Anche lei ha accettato di sottoporsi al trattamento, così l'ho portata nella stanza per il Reiki con la sedia a rotelle, visto che era ancora dolorante per l'intervento alla colonna vertebrale. Le avevano detto poco prima, che l'avrebbero portata in un centro per la riabilitazione, ma nessuno si aspettava che sarebbero venuti a prenderla in ambulanza in brevissimo tempo. Stavamo iniziando il trattamento ma siamo stati interrotti, i portantini erano già lì per portarla via. Le è dispiaciuto moltissimo interrompere, ma ha detto che, una volta a casa,  sarebbe andata a visitare il mio sito internet, il Reiki l'ha incuriosita moltissimo. Non è facile a volte inserirsi nei ritmi ospedalieri,  ed oggi me ne sono resa conto ancora di più.

Poi ho avuto modo di dare Reiki ad una ragazza tirocinante infermiera, ha sentito molto calore soprattutto sulla testa, e si è rilassata molto. Ora anche lei, come altri componenti del personale infermieristico,  saprà cosa dire quando i pazienti le chiederanno cos'è il Reiki.

Tre giorni fa ad inizio settimana ho pubblicato sulla mia web radio Onda Reiki l'intervista al neurochirurgo Dr.  Rinaldi, per chi non l'avesse ascoltata, questo il link: https://www.spreaker.com/user/ondareiki/intervista-al-neurochirurgo-dr-rinaldi_1

Nei prossimi giorni pubblicherò, sempre sun Onda Reiki,  anche l'intervista che ho fatto ad un paziente qualche giorno fa. Ascoltare l'opinione dalla viva voce di chi ha ricevuto Reiki è sicuramente meglio che leggere soltanto i miei report. Però mi piace scrivere, quindi porterò avanti entrambe le cose, ovvero articoli ed interviste.  Appuntamento alla prossima puntata!